Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


NAZIONALI - Caccia al Montebelluna. Cjarlins - Chions per ripartire

Sabato è in programma la prima giornata di ritorno del campionato. Il San Luigi ospita l'Union Feltre, il Tamai attende al varco il Cartigliano

Il 2020 indica la retta da imboccare: è un’ impervia scalata al… Monte. La rassegna degli Juniores nazionali sabato rimette gli scarpini sui blocchi per la “prima” di ritorno. Nelle 13 giornate che restano (tre mesi esatti) prima di voltare pagina e dedicare l’attenzione alla fase scudetto (campione uscenti i laziali dell’Aprilia), il leiv-motiv di questi 90 giorni di agonismo sfocia in un unico interrogativo: quale sarà l’antagonista in grado di scalzare dalla vetta i “coreani” di Mirco Da Riva? I 5 punti di vantaggio accumulati dal Montebelluna sono un bottino di sicurezza, ma da qui alla fine ogni gara nasconderà parecchie insidie. Il Monte per non partire con il piede zoppo, sabato scorso ha rodato la condizione fisica e atletica in amichevole contro i pari categoria del Levico Terme (girone B), mentre le dirette inseguitrici, Belluno 1905, Cartigliano e Union Feltre, tutte appostare a quota 22, Luparense a 20 e Chions sceso a 19, hanno preferito rifiatare e fare il pieno di energie

Nell’imminente weekend si parte a tavoletta. In FVG spicca il derby tra il Cjarlins Muzane di Marco Billia e il Chions di Mauro Salatin. Un esame insidioso, quanto mai delicato per i gialloblù del Tagliamento (5-2 il verdetto della gara di andata) che davanti a una sconfitta vedrebbero allontanarsi l’ambita quarta piazza del playoff in attesa di sfidare, tra sette giorni, nella “prima” casalinga, sul rettangolo di Villotta, la damigella Belluno 1905. Per gli arancio-blù di Billa sarà invece l’occasione per riscattare la “manita” subita nel girone di andata e ripartire di slancio, magari senza far emergere le innumerevoli amnesie difensive.  
La vigilia dell’Epifania vedrà invece il Montebelluna esibirsi sul rettangolo di Caerano di S. Marco nel “testa-coda” contro l’Este di mr. Pagnussato, scivolato in fondo al pozzo al concomitante acuto del Tamai, giustiziere nella 13^ dei biancocelesti dell’ Altamarca. Chi non dovrà adagiarsi sugli allori è il Belluno di mr. Eddy Perenzin (con il 3-1 di fine andata, i gialloblù hanno scalzato dal posto d’onore il Cartigliano) chiamato a sbrigare, contro i polesani dell’Adriese,  la pratica casalinga (a Sedico), terreno in cui Band e compagni hanno segnato il passo il 9 novembre nel derby delle Dolomiti contro l’Union Feltre. Il Cartigliano di mister Citton sarà di scena a Tamai, un verifica per ritrovare il bandolo della matassa (tre i ko esterni) in cui i capi sono gli appuntiti blitz sul Montebelluna (3-4) e sul S. Martino Lupari (1-5).

La quarta forza del girone, l’Union Feltre, metterà piede sul suolo giuliano, in quel di San Luigi con l’imperativo di non rientrare a mani vuote. I verde-granata smaltita la sbornia di Cà Lino, un 6-1 al passivo che ha interrotto la striscia positiva di sette gare, hanno tutto da guadagnare. Sul sintetico di via Felluga (3 successi e due pareggi, la mini-serie casalinga tracciata dei ragazzi di Ravalico), oltre al freddo, i bellunesi saranno chiamati a sfidare un avversario che tra le mura domestiche (la porta di Adreasi non incassa palloni da 186’, Muela, nel derby contro il Cjarlins…) ha alzato bandiera bianca solo nel turno d’esordio, nello 0-3 confezionato dalla Luparense. I padovani di S. Martino sono il primo appiglio “off” per il ritardatario Chions, ma il calendario non si presenta piatto nemmeno per i rossoblù indirizzati su Reschigliano. Un “Campo” che Maurizio Bedin sta guidando con saggezza e maestria, rinfrancati da un valido crescendo che esalta l’impermeabilità della difesa, solida  da 204’,

Chiude la panoramica Clodiense-Mestre. Se a Zelarino gli arancio-nero faticano a graffiare (il no-gol registra il segno - da 185’, dal gol di Tiepolo al San Luigi TS), in campo esterno i baby di Ivan Galante non tradiscono dal 2 novembre (3-0 a Cartigliano). Per l’undici di Stefano Bernardi deciso a scalare la classifica (il playoff non è compromesso) sarà quindi un osso da curare con estrema cautela perché  la vulnerabile “Clò” di gol tra le mura domestiche ne ha incassati ben 16. 

Il tabellone della 1^ giornata di ritorno pronostici e gli arbitri designati               

Ital-Lenti Belluno 1905-Adriese 1-X
Arbitro: Matteo Gasparotto sez. di Schio

Campodarsego-Luparense 1-X
Arbitro: Anna Frazza sez. di Schio

Cjarlins Muzane-Chions 1-X
Arbitro: Filippo Okret sez. di Gradisca d’Isonzo

Clodiense/Chioggia-Mestre X
Arbitro: Fabio Squarcina sez. di Venezia

Montebelluna-Este 1
Arbitro: Gaetano Maccà sez. di Schio

San Luigi TS-Union Feltre 1-2
Arbitro: Federico Muccignatto sez. di Pordenone

Tamai-Cartigliano 1-2
Arbitro: Alessandro Biscontin sez. di Pordenone

A cura di Flavio Cipriani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02173 secondi