Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

SECONDA C - Zuppicchini: voglia e convinzione sono le uniche medicine

Le dichiarazioni a freddo del tecnico della Romana Monfalcone, uscita sconfitta nello scontro salvezza contro il Torre Tapogliano in maniera davvero rocambolesca

Amareggiato ma determinato a risollevare le sorti della propria squadra. Mister Franco Zuppicchini parla dei dati deludenti di questo girone d'andata:"I numeri parlano chiaro: creiamo tanto ma non riusciamo a segnare. Dieci gol fatti in quindici partite sono veramente pochi, domenica scorsa abbiamo sbagliato addirittura due calci di rigore, un dato che ha dell'assurdo. La nostra porta sembra sempre stregata e questo ovviamente ci demoralizza. Ad inizio settimana (nel recupero della befana), abbiamo fatto una grande partita a Morsano, nel secondo tempo pensavamo addirittura di far nostro il match mentre non siamo andati oltre il pareggio".
Tanta sfortuna nello scontro diretto contro il Torre Tapogliano, perso con il risultato di uno a zero grazie al gol di Tommaso Puntin a dieci dalla fine:"Il primo rigore di Claudio Magaglio è stato parato al primo minuto di gioco. Il secondo invece è stato tirato fuori al quarto d'ora della ripresa, da Luigi Benigni, avevamo fuori Pelos che di solito è il nostro rigorista e non aveva mai fallito quest'anno, consegnandoci già due vittorie".
L'allenatore gialloblù propone infine la sua ricetta per la salvezza:"Dobbiamo concentrare i nostri sforzi nel portare a termine quello che si prepara in settimana. Siamo troppo timidi nel concretizzare le occasioni create, ciò penalizza tutto il lavoro che svolgiamo. Gli esterni devono arrivare sul fondo e crossare più spesso, mentre per le soluzioni centrali serve fame e voglia di riuscire ad anticipare il difensore. Convinzione e determinazione sono le uniche medicine".


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/01/2020
Tempo esecuzione pagina: 1,13973 secondi