Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Un Santamaria da sballo. Sangiorgina e Isonzo corsare

La capolista travolge lo Zarja a domicilio. Per le triestine è un mercoledì amaro. Brodino per Gonars e San Canzian; il Mladost affonda ancor di più l’Ism. Ruda di misura ma vale il terzo posto

Se ce ne fosse ancor bisogno, il Santamaria ha dimostrato anche in questo mercoledì dedicato ai recuperi della 15ª d’andata di essere una spanna sopra le altre. Lo ha fatto andando a vincere dove finora c’era riuscito solo il San Canzian più di tre mesi fa, ossia a Basovizza, fortino dello Zarja, infliggendole un severo 4-1. Il primo tempo si era concluso con il vantaggio dei friulani per 2-1 con reti di Barry ed Argante e quella triestina di Cepar. Nella ripresa i biancocelesti di Chiaruttini allungano con gli altri due gol.
Sotto al Santamaria c’è una voragine di 9 punti da cui spunta l’Ufm ai margini, rimasto a guardare (recupero già in archivio, 3-0 alla Gradese in dicembre) questa caduta, della quale può avvantaggiarsi. Si avvicina però il Ruda (30), due lunghezze sotto i monfalconesi, a pari dello Zarja, dopo aver superato in casa con il minimo sindacale la pericolante Roianese per 1-0, con la rete di Grion nel secondo tempo.
Non è stato un turno positivo per le triestine, è caduto anche il Domio (28) alla “Mattonaia” per opera di una Sangiorgina (22) al secondo successo esterno stagionale, segno che qualcosa di buono si sta verificando tra i ragazzi di mister Bruno. A segnare le due reti cremisi ci ha pensato Persello portando sopra la linea di galleggiamento i suoi.
Rimane decisamente al di sotto l’Ism (13), altra sconfitta, stavolta subita nel derby sul terreno del Mladost (26) per 2-0. I carsolini volevano riscattarsi dal passo falso compiuto sabato a Gonars e hanno obbedito agli ordini di mister Pinatti, anche se per sfondare le linee nemiche hanno atteso la parte finale della gara con Pierobon e Furlan.
Un brodino il pareggio fra San Canzian (16) e Gonars (8). I padroni di casa passano per primi con Aliperti al 10’, ma si fanno raggiungere e superare dalla doppietta di Toffoli. Il definitivo pari realizzato da Aristone arriva al 43’ sempre del primo tempo.
Tre punti sopra naviga l’Isonzo e torna da Mariano con la saccoccia piena, seppur di un solo gol siglato da Crgan nella ripresa. Con ciò fanno scivolare gli isontini verso posizioni non tranquille a quota 22.
Mercoledì scorso si era invece disputato il recupero fra Aquileia e San Giovanni, terminato 1-1. 

Claudio Mariani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...












SERIE D - Delta e Caldiero evadono, il San Luigi si ribella

Quarta di ritorno negativa per le regionali impegnate nel logorante e tostissimo girone C di serie D. Il bilancio è di due pareggi (Chions e San Luigi) e altrettante sconfitte (Cjarlins Muzane e Tamai), con una classifica poco brillante, ma pur sempre aperta a ogni sviluppo o quasi. Intanto, chi gode sempre è il Campodarsego, che sotto 0-2 i...leggi
19/01/2020

ECCELLENZA - Torviscosa e Brian missili in trasferta

Il fattore trasferta colpisce ancora e con le solite protagoniste, ossia Torviscosa e Brian Lignano, che continuano a risultare a pieni giri lontano da casa. I biancazzurri di Pittilino volano a quota 38 sbancando Manzano nella rivincita della finale di Coppa. Firmano il big-match Zetto in apertura ...leggi
12/01/2020






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02240 secondi