Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRIMA B - Union Martignacco di lusso, il Venzone capitola

Morandini e compagni sfoderano la loro miglior prestazione stagionale, espugnando il rettangolo erboso dello squadrone di Polonia. I rossoblù, ridotti alla fine in 9, soccombono 1-4

Un Union Martignacco in versione rullo compressore si abbatte sul Venzone e riapre i giochi in zona playoff. Già al 3’ Morandini fa vedere le streghe alla difesa di casa e, dopo una serpentina sulla sinistra, si accentra e scarica la sfera in rete con un destro angolato su cui Devetti nulla può. Ma è solo l’inizio di una prestazione perfetta a partire da una difesa arcigna che ha controllato e disinnescato i vari Rosero, Enrico Lo Manto, Gonzales, Gherbezza e Monterisi, tutti frombolieri schierati contemporaneamente da Cleto Polonia, ma anche un centrocampo attento ed una vera e propria sinfonia dei tre punteros ospiti Morandini, Rebbelato e Pascutti che hanno fatto letteralmente impazzire la difesa di casa.
All’11’ Rosero ha forse l’unica vera occasione del primo tempo e va vicino al pareggio raccogliendo di testa a pochi passi da Gritti una punizione, ma manda la sfera a lato. La pressione dei ragazzi di Polonia dopo il gol ospite è veemente ma il Martignacco è concentrato, non lascia varchi e al 20’ Morandini semina ancora il panico centralmente però Devetti para con il corpo la conclusione del 10 di Crapiz. Al 21’ Gherbezza lascia in dieci la sua squadra colpendo volontariamente con una ginocchiata Morandini e l’attento direttore di gara lo espelle.
Al 25’ Cattunar pesca Morandini con un lancio da quaranta metri e l’indiavolato funambolo blugranata non si fa pregare e trova l’uno-due con Rebbelato ma la conclusione è ancora murata da Devetti. Al 29’ l’occasione giusta per il raddoppio ce l’ha Pascutti su calcio d’angolo ma il tiro al volo è fuori dallo specchio. Un minuto più tardi il bomber blugranata viene servito al bacio da Rebbelato con l’esterno destro ma la conclusione dalla distanza è sopra la traversa. Al 31’ il Venzone cerca di reagire con una punizione di Lestani dal vertice sinistro dell’area che Rosero non riesce ad intercettare.
Al 33’ Rebbelato mette a terra in un fazzoletto una palla a campanile e serve al bacio l’immarcabile Morandini che dopo un dribbling crossa in mezzo per Pascutti che aggancia la sfera ma la conclusione va sopra la traversa a due passi da Devetti. Al 35’ è ancora Morandini a servire Pascutti dalla sinistra ma la conclusione al volo è preda di Devetti. Chi la dura la vince e al 36’ azione da manuale del calcio con Ziraldo che scambia con Rebbelato, si inserisce, riceve la sfera e serve Pascutti che trafigge Devetti con un diagonale e trova finalmente il meritato gol del raddoppio. Al 43’ azione corale del Martignacco con Cattunar che ruba palla a centrocampo e serve Rebbelato che cambia gioco per Morandini il cui missile rasoterra viene respinto dalla difesa, la sfera arriva a Ziraldo che dal limite calcia nell’angolino costringendo Devetti a distendersi e a deviare in angolo. È una sinfonia la prima frazione degli ospiti i quali, oltretutto, non raccolgono a pieno tutte le numerose occasioni create.

Nella ripresa i ritmi iniziali non sono quelli forsennati del primo tempo. I rossoblù di Polonia sono in inferiorità numerica ma le qualità individuali sono di prim’ordine e il match potrebbe cambiare d’inerzia da un momento all’altro. Al 6’ Gonzales è servito da Enrico Lo Manto e dalla sinistra calcia un rasoterra che esce a fil di palo. Al 15’ il blugranata Condolo calcia dal limite e Devetti deve respingere sopra la traversa. Al 17’ arriva il terzo gol per gli ospiti con una ripartenza da manuale; Pascutti serve l’assist a Rebbelato che con una finta manda a sedere il diretto avversario e trafigge Devetti.
Al 18’ il Venzone accorcia le distanze con Rosero che salta più in alto di tutti e colpisce di testa infilando in rete sotto la traversa il cuoio. Il gol dona nuovo entusiasmo ai rossoblù ma dura poco perché i pericoli per i padroni di casa non sono finiti: al 22’  Morandini, infatti, serve  Ziraldo a rimorchio il cui siluro dal limite sfiora la traversa dando l’illusione del gol.
Al 31’ è il neo entrato blugranata Candotti a provarci dalla distanza con la sfera che sfiora il palo. Il Venzone è ormai in balia degli ospiti e al 33’ Gritti rilancia e pesca Pascutti che viene atterrato al limite dell’area da Battel che Trotta della sezione di Udine ritiene meritevole del rosso diretto avendo questi impedito una chiara occasione da rete. Splendida la conseguente punizione di Picco che esce di un nulla. Al 36’ la pietra tombale sul match la mette Morandini il quale, su corner di Condolo, colpisce con il tacco e devia in rete per il poker ospite. Al 39’ conclusioni vicine alla segnatura di Picco e al 44’ di Candotti, ma il Venzone in doppia inferiorità numerica non c’è più e il match finisce così con un inaspettata débâcle dei rossoblù che si vedono ora raggiunti in classifica dal Lavarian Mortean, mentre i Grigioneri accennano a prendere il largo.
L'Union Martignacco compie quindi l’impresa di giornata ma soprattutto, nonostante le diverse assenze, sfodera la miglior prestazione della stagione, dando prova di una chimica di squadra che potrebbe fare la differenza da qui a fine stagione.

https://i.imgur.com/sR4Prqh.jpg

https://i.imgur.com/4WbbR6m.jpg

https://i.imgur.com/VEBCi8d.jpg

https://i.imgur.com/4mSNzHB.jpg

https://i.imgur.com/tOwVbJa.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02081 secondi