Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PROMO A - Il Rive assorbe meglio del Vivai le assenze

La squadra di Pagnucco si impone sul terreno dell'undici di Pizzolitto. Il gol della vittoria giunge nel finale e porta la firma di Degano

VIVAI RAUSCEDO - RIVE D'ARCANO 0-1
Gol
: all'84' Degano

VIVAI COOPERATIVI RAUSCEDO: De Piero, Benedet, Zanet (40' st D’Andrea F), Bozzetto, Bortolussi A, Fornasier, Telha (21' st Moretti), Bance (1' st Bortolussi I), Cattaruzza, Volpatti (19' st Gaiotto), Zavagno (17' st Marson). A disp.: Albino, Ales, D’Andrea G., Bargnesi. All.: Pizzolitto Gianni

RIVE D’ARCANO: Giuliani ‘98, Almberger ‘02, Gori, Puto, Marcolina, Ciroi ‘99 (26' st Zilli ‘02), Calderazzo ‘00 (15' st Zucchiatti ‘00), Minisini (32' st Degano), Pontoni A., Caliò, Pontoni T. (44' st Apicella ‘01). A disp.: Zavagno, Monaco ‘02, Verona, Burelli, Trevisanato. All.: Pagnucco Michele. 

ARBITRO: Stefano Zilani (Trieste). 

NOTE - Ammoniti: Bance, Minisini, Zanet. Tiri: 5 (tutti in porta) il Vivai, 13 (7 in porta) il Rive d'Arcano. Corner: 4-11. Falli: 9-9. Fuorigioco: 2-3.

Scontro di vertice oggi al comunale di Rauscedo ma a colpire prima dell’inizio della partita è la lunghissima serie di giocatori indisponibili per entrambe le formazioni.
Indovina, Righini, Verona, Degano, Trevisanato, Dreossi per il Rive, Alessio e Sandro D’Andrea, Adamo e Zavagno per i Vivaisti: sembra quasi una formazione da Top 11 ed invece (a parte Degano entrato, seppur ancora a rischio, ad un quarto d’ora dal termine) erano i giocatori a cui hanno dovuto rinunciare Pagnucco ed il collega Pizzolito. Ed in questi casi la differenza la fa, per forza di cose, la rosa a disposizione dell’allenatore se è vero che Pagnucco ha comunque schierato un undici senza punti deboli mentre Pizzolito ha sofferto tantissimo l’assenza dei suoi uomini più carismatici con in primis A. D’Andrea e Zavagno.

Primo tempo piuttosto equilibrato anche se gli azzurri ospiti sono più presenti in area avversaria e vanno più volte vicini alla segnatura, soprattutto con Calderazzo che, a conclusione di una splendida azione corale, si vede negare la rete da un grande intervento di De Piero.
Sull’altro fronte si segnala una conclusione di Bozzetto, ben deviata da Giuliani in angolo.
Ultimi venticinque minuti prima del riposo con pallino del gioco in mano a Puto e soci ma risultato che non si sblocca.

Pigia sull’acceleratore l’undici azzurro nella ripresa e, a fronte di una grandissima parata di Giuliani su Cattaruzza, vanno vicini al vantaggio con Caliò (tiro violento a sfiorare l’incrocio) e due volte clamorosamente con A. Pontoni che impegna De Piero su punizione da fuori (al limite delle leggi fisiche l’intervento del portiere) e poi liberatosi in area colpisce clamorosamente il palo. Sono entusiasmanti per i propri tifosi gli ultimi quindici minuti del Rive che schiaccia letteralmente i padroni di casa nella propria area collezionando una grande occasione con Zucchiatti, un’azione fermata a T. Pontoni in sospetto fuori gioco quand’era praticamente solo davanti al portiere, e una lunghissima serie di calcio d’angolo.
All’84’ la svolta: è Zilli che crossa caparbiamente dalla destra per Degano che indirizza la palla nell’angolino basso a sinistra del portiere, intervento di quest’ultimo quando il pallone ha già varcato la linea. T. Pontoni interviene comunque a ribadire in rete ma l’arbitro conferma di aver assegnato la rete al primo tentativo. Grandissimo entusiasmo per i ragazzi di Pagnucco che conducono in porto il risultato senza grandi patemi. Come scritto nel commento iniziale, visto l’incredibile numero di assenti da entrambe le parti, oggi la differenza l’ha fatta la rosa del Rive d‘Arcano, apparsa senza punti deboli soprattutto nei ragazzi scesi in campo al posto dei titolari.

Nota di merito tra i vivaisti per il portiere De Piero e per Zanet, giocatore ruvido ma quanto mai efficace e con un’immagine alla Hans Peter Briegel, indimenticato nazionale tedesco degli anni ’80. Gara correttissima, ottimamente diretta dall’arbitro Zilani e dai suoi collaboratori. 

S. Midena


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01873 secondi