Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Cambia tutto nel finale. E la Manzanese resta in fuga

La squadra di Rossitto ribalta la situazione e supera per 2-1 il Fontanafredda. A -2 incalza il Brian Lignano, mentre il Torviscosa al 95' subisce il pareggio del Ronchi. Nardi rilancia la Pro Fagagna, la Pro Cervignano non concede spazio al Primorje, la Pro Gorizia a trazione Specogna mette il dito nelle difficoltà del Codroipo. Pareggi a Fiume Veneto e, fra tante emozioni, a Tricesimo

Ultimi minuti di fuoco nell'Eccellenza e così, sfuma proprio in extremis l'aggancio in vetta alla classifica. A due terzi del percorso, invece, la Manzanese si tiene stretta il primato, il Brian Lignano incalza a 2 lunghezze, mentre il Torviscosa scivola a -4 e sente il fiato sul collo della Pro Fagagna, giunta ad un solo punto dall'undici di Pittilino
Temeva - e a ragione - l'incrocio con il lanciatissimo Fontanafredda il timoniere della Manzanese, Fabio Rossitto. Apprensione resa manifesta dal gol di Zusso al minuto 51'. Ma gli orange sono diventati squadra vera e hanno ribaltato la situazione impattando subito con Roveretto e cogliendo all'88', grazie al redivivo Corvaglia, l'importantissima vittoria. 
Ha risposto da par suo il Brian Lignano, regolando il Lumignacco: 3-0 il risultato, ma solo nell'ultimo spezzone di gara i padroni di casa hanno messo al sicuro l'affermazione, ossia quando Cusin e Zigon hanno ampliato il vantaggio iniziale firmato da Bergamasco, gettandosi così alle spalle una partita insidiosa. 
Non è un periodo fortunato quello che sta vivendo il Torviscosa: i biancazzurri a Ronchi passano in vantaggio al 19' con Toso, non riescono a chiudere la partita e al 95' subiscono il pareggio di Markic
Torna a far la differenza bomber Nardi: è il centravanti, frenato dai problemi fisici, a determinare l'esito di Pro Fagagna - Gemonese, colpendo al minuto 78. Ripartono i rossoneri di Cortiula, i giallorossi restano a mani vuote, ma dimostrano di esserci. 
Brillano Pro Gorizia e Pro Cervignano. E' una vittoria che spazza via probabilmente le ultime nubi quella colta dalla squadra di Coceani sul Codroipo: la Pro Gorizia trova nel giovane Specogna (reti al 44' e 57') il mattatore di giornata, infine l'indiavolato Lombardi al 59' piazza la mazzata che costringe alla capitolazione i rossi di Barel, ancora una volta incapaci di trovare la via del gol e, nell'occasione, di aggrapparsi agli ex di turno Ietri e Visintin, che pure avrebbero voluto lasciare il segno. 
La Pro Cervignano, dal canto suo, s'impenna sul terreno del fanalino Primorje (3-1 sul Carso per la squadra di Tortolo, che affonda i colpi con Serra, Muffato e Nin), dando costanza alla sua navigazione tranquilla ed, insieme, esaltante. I play-off sarebbero un traguardo fenomenale. 
Completano il quadro i pareggi maturati a Fiume Veneto (senza gol il confronto tra i padroni di casa e il Flaibano) e a Tricesimo, dove invece non mancano le emozioni forti; la Virtus Corno, avanti di due reti (Meroi e Tomada), viene raggiunta dalla doppietta dell'ex De Blasi (anche un rigore), poi si riporta a condurre con Libri, prima di subire all'86' il definitivo aggancio sul 3-3 di Llani. E' un punto che fa classifica e morale, soprattutto per gli azzurri di Zucco


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07271 secondi