Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Cortiula, Rossitto, Pittilino, Caiffa e Tortolo dixit

I timonieri di Pro Fagagna, Manzanese, Torviscosa, Virtus Corno e Pro Cervignano commentano le partite disputate dalle rispettive squadre

L'Eccellenza si è buttata alle spalle anche la ventesima giornata e, quindi, ha superato i due-terzi del cammino regolare. Ecco la disamina di 5 tecnici sul turno di campionato andato in scena ieri. 

Pino Cortiula (allenatore della Pro Fagagna): "Il calcio vive spesso di episodi, abbiamo vinto una partita che secondo me non meritavamo di vincere, la Gemonese ha giocato molto bene e il pareggio sarebbe stato il risultato più corretto di una gara giocata in maniera positiva e a viso aperto da entrambe le squadre. Domenica scorsa ci era andata male, questa volta bene... Vorrei fare i complimenti alla Gemonese per aver lottato e dato l'anima. Il calcio è fatto così, a volte va bene, a volte va male. In bocca al lupo alla mia ex squadra, che ha tutte le qualità per salvarsi. Noi invece continuiamo a sognare".

Fabio Rossitto (allenatore della Manzanese): "Partita molto dura, difficile, i ragazzi però hanno sfoderato una grande prestazione. Certo, dopo aver costruito tanto nel primo tempo ritrovarsi in svantaggio dopo la punizione da lontano di Zusso poteva tagliarci le gambe, invece siamo stati bravi a reagire, trovare subito il rigore trasformato da Roveretto, abbiamo spinto ancora di più, i ragazzi sono stati fantastici e a 4' dalla fine è arrivato il gran gol di Corvaglia che ha finalizzato un'azione davvero pregevole. E' stata una delle migliori prestazioni della stagione, abbiamo giocato bene, non abbiamo perso la testa, siamo riusciti a vincere una vera e propria battaglia, perdendo purtroppo Nastri, colpito da una gomitata che gli ha rotto il naso. Complimenti alla squadra". 

Fabio Pittilino (allenatore del Torviscosa): "Ennesimo pareggio, anche a Ronchi abbiamo buttato al vento svariate occasioni per raddoppiare, i nostri avversari hanno avuto il merito di aver tenuto la gara in bilico fino all'ultimo secondo. Quando, da polli, abbiamo commesso il fallo da rigore. Rigore che non so se c'era, non l'ho visto, ho protestato poco... Fa male lasciare punti in giro così, anche perché veniamo da un periodo non proprio d'oro, ragion per cui questi 3 punti sarebbero stati molto, molto importanti. Niente, siamo più lontani dalla vetta, ma non molleremo per le prossime dieci partite e cercheremo di migliorare sotto porta e di fare un po' meno i babbi natale in fase difensiva". 

Stefano Caiffa (allenatore della Virtus Corno): "E' stata una partita tirata, all'inglese, con tutte e due le squadre che volevano vincere. E' chiaro che alla fine un po' di rammarico esiste perché eravamo avanti 2-0 e poi 3-2, e a quel punto dovevamo portarla a casa. Ma è giusto anche riconoscere i meriti del Tricesimo, che ha disputato una partita gagliarda, tosta. Alla fine, insomma, il risultato ci sta. Quello colto ieri è comunque un punto che fa morale e classifica". 

Gianni Tortolo (allenatore della Pro Cervignano): "Abbiamo interpretato la partita col Primorje in modo perfetto per una ventina di minuti, ci siamo portati sul 2-0, poi purtroppo ci siamo mentalmente un po' rilassati e giustamente abbiamo subito il gol di Mormile. In seguito abbiamo reagito di nuovo e segnato il 3-1. Il nostro primo tempo, dunque, è stato complessivamente discreto, e sicuramente soddisfacente nei 20' iniziali. Nella ripresa praticamente non abbiamo giocato: abbiamo, infatti, cominciato a buttare la palla su, il Primorje ci pressava, siamo stati messi in difficoltà, comunque è arrivata la vittoria, colta con una squadra che aveva defezioni di rilievo, quindi in condizioni non facili. Ciò tuttavia non comporta che non dobbiamo giocar bene. I primi 20' sono stati perfetti, poi non abbiamo fatto granché bene, mi dispiace per questo, siamo alla vigilia di due scontri con squadre d'altissima classifica, e di conseguenza avevo chiesto alla squadra di mettere in campo mentalità e gioco; ci siamo riusciti solo per metà tempo. Comunque i 3 punti sono arrivati, siamo saliti a quota 35, la nostra è una posizione di classifica invidiabile e non preventivata all'inizio della stagione: ora dobbiamo cercare di mantenerla e provare, se possibile, a migliorarla".  


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02346 secondi