Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE B - Un Pordenone da infarto

Dopo due sconfitte di fila la squadra di Tesser impatta 2-2 al Friuli con il Livorno una gara che sarebbe potuta terminare con qualsiasi esito

PORDENONE - LIVORNO 2-2
Gol
: 39’ Gavazzi, 53’ Bogdan, 67’ Marras, 83’ Chiaretti

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio, Semenzato, Camporese, Barison, De Agostini, Misuraca (68’ Bocalon), Burrai, Gavazzi (43’ Mazzocco), Tremolada (73’ Chiaretti), Strizzolo, Ciurria. All. Attilio Tesser

LIVORNO (3-4-1-2): Plizzari, Bogdan, Silvestre, Boben (46’ Delprato), Murilo (75’ Seck), Luci, Agazzi, Porcino, Rizzo (57’ Rocca), Braken, Marras. - All. Roberto Breda

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1. Assistenti: Fabrizio Lombardo sez. Cinisello Balsamo e Alessio Saccenti sez. Modena. Quarto uomo: Marcenario sez. Genova.

NOTE - Ammoniti: 30’ Camporese, 32’ Rizzo, 65’ Marras, 65’ Ciurria, 71’ Silvestri, 73’ Mazzocco, 78’ Rocca, 80’ Braken, 90’ Semenzato. Calci d’angolo 3-3 - Recupero: 1’ e 5’.

Finisce 2-2 tra Pordenone e Livorno al termine di una gara in cui non sono mancate, nell’arco dei 90 più recupero giocati, emozioni. In vantaggio i padroni di casa con Gavazzi, i livornesi nella ripresa prima raggiungono al 53’ il pari con Bogdan, poi grazie alla rete di Marras, addirittura ribaltano il risultato, che tengono a loro vantaggio fino all’83’ quando Chiaretti “buca” Plizzari (il migliore dei suoi) con una stoccata imprendibile.
Il Pordenone, reduce da due sconfitte consecutive, ritorna tra le mura amiche del Friuli nel tentativo di mettersi alle spalle un periodo non certo felice. Tesser manda in campo una squadra di titolarissimi, a eccezione dello squalificato Pobega: arretra Gavazzi sulla linea mediana e concede l’esordio assoluto al trequartista Tremolada. Gli amaranto invece sono costretti a fare i conti con le assenze di Marsura (problema muscolare), Viviani e Di Gennaro (squalificato). Ci prova subito al 4’ Gavazzi, cercando la giocata di tacco su azione di calcio piazzato, la palla finisce largamente fuori. Sul fronte opposto un buon fraseggio tra Marras e Braken, Marras la mette sul secondo palo dove per fortuna del Pordenone non c’è nessun avversario. Buon possesso del Pordenone, che fa circolare bene la palla e quando ci riesce non disdegna di riversarsi nella tre quarti avversaria. Al 14’ azione personale di Strizzolo che approfitta dello spazio creatogli da Ciurria, con conclusione dal limite che termina fuori di poco dalla porta difesa da Plizzari. Un minuto dopo Misuraca ci prova dai venti metri, alta sulla traversa. Al 21’ la prima vera occasione del match appannaggio del Pordenone. Tremolada ostacolato da Lucci fallisce la conclusione nel cuore dell’aria di rigore. Si difende con i denti il Livorno, ma riesce a pungere quando gioca di rimessa. Al 24’ Braken prova l’uno contro uno in area neroverde, poi perde l’attimo scivolando goffamente. Alza il baricentro la squadra di Breda, Rizzo la mette in mezzo al minuto 27, ma Murilo in buona posizione, non ci arriva di testa.
Al 39’ il Pordenone la sblocca. Tremolada, fin qui vistosi veramente poco, serve Strizzolo sul vertice dell’area piccola, chirurgico l’assist del bomber libera Gavazzi al tiro ed è gol da pochi passi. Pordenone in vantaggio, Livorno sulle ginocchia. La squadra ospite rischia di capitolare per la seconda volta nel giro di pochi minuti a causa di un pacchiano errore difensivo, è bravo Porcino a chiudere in diagonale e a salvare i suoi. Un minuto di recupero, poi il signor marini manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo, con i padroni di casa avanti per 1-0 grazie alla rete di Gavazzi maturata proprio nei minuti finali del primo tempo.
Parte forte nella ripresa la squadra di Tesser: subito Mazzocco ha sui piedi l’occasione del raddoppio, il suo sinistro viebe murato dalla difesa, e nel prosieguo dell’azione la sfera finisce a Strizzolo che ci prova con l’esterno, deviato in corner. Un minuto dopo Ciurria cerca la via della rete dal limite, Plizzari para senza problemi. Reagisce il Livorno, Marras è imprendibile sull’out di destra, cross in mezzo, guadagna l'angolo. Angolo da lui stesso battuto, con una perfetta parabola sulla quale si inserisce Bogdan saltando più in alto di tutti ed infila Di Gregorio. Parità ristabilità. Rischia grosso intorno al quarto d’ora il Pordenone, prima la difesa neroverde traballa pericolosamente con Braken che cerca la porta con Di Gregorio fuori dai pali, poi Luci ci prova da fuori colpendo clamorosamente il palo. Non ci sono pause e sul capovolgimento di fronte, il Pordenone sfiora a sua volta il vantaggio. Tremolada conquista palla in un fazzoletto di campo, poi la mette con il mancino nell’angolo basso, ma Plizzari si distende con un gran colpo di reni, chiudendo la porta.
Scintille al minuto 65’: Ciurria e Marras hanno qualcosa da dirsi usando espressioni poco urbane, il signor Marini non gradisce e sventola ad entrambi in faccia il giallo. Un bel peperino il neo entrato Rocca, molto attivo, conquista subito una bella punizione nella propria metà campo: al 67’ gli ospiti si portano in vantaggio, legittimando venti minuti della ripresa giocati con gran voglia. Braken si beve Barison, poi una deviazione di tacco di Camporese mette Marras nelle migliori condizioni per segnare e tutto solo infila Di Gregorio per la rete del sorpasso. Livorno che appare trasformato nella ripresa e addirittura al 71’ ha l'opportunità per chiudere definitivamente i conti. Sempre Marras risulta incontenibile sulla destra, Di Gregorio è chiamato agli straordinari con una puntuale respinta.
Reagisce però il Pordenone: Chiaretti, entrato al posto di Tremolada, ci prova di testa, Plizzari si distende e la respinge, che poi compie il capolavoro un minuto dopo sulla conclusione di Semenzato. Un vero e proprio assedio al fortino livornese, ci prova anche Burrai ma Plizzari sembra insuperabile. In verità sarà solo solo questione di secondi ed allora all’83’, quando De Agostini innesca Chiaretti, per Plizzari non c’è scampo. Strepitoso quanto imparabile il mancino del numero 10 pordenonese, che ristabilisce la parità sul 2-2.
Ci crede il Pordenone nel poter piazzare il contro-sorpasso, mancano 7 minuti più il recupero. Ciurria ci prova al volo, al minuto 85, ma palla finisce a lato. Sulla sponda opposta si registra la fiammata di Silvestre, Di Gregorio concede il corner, stessa sorte alla conclusione di Marras nel primo dei cinque minuti di recupero durante i quali le squadre completamente stremate concludono poco o nulla, lasciando immutato il risultato. 

Antonino De Blasi

Foto a cura di Pino Nonino.

https://i.imgur.com/DIZk624.jpg

https://i.imgur.com/ZlDiZLi.jpg

https://i.imgur.com/x69Yu9E.jpg

https://i.imgur.com/ci3luY8.jpg

https://i.imgur.com/CKSBzFE.jpg

https://i.imgur.com/bqp4bx3.jpg

https://i.imgur.com/upQ5Pdl.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01743 secondi