Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PROMO A - Paissan: il nostro vivaio fa la differenza

Le dichiarazioni del tecnico della Sanvitese, attualmente terzo in classifica sotto a Spal e Sacilese, autentica sorpresa del campionato

Un cammino di tutto rispetto quello della Sanvitese, che nonostante le tante assenze continua a convincere, ricoprendo la terza piazza della graduatoria avendo collezionato ben trentasette punti in venti giornate dopo l'uno a zero conquistato sul campo del Torre. La vetta, rappresentata dalla Spal Cordovado dista solo sei punti ed il mister biancorosso Loris Paissan può essere più che soddisfatto dei suoi giovani ragazzi: "In questo momento siamo terzi, ma siamo in un momento di difficoltà. Abbiamo tanti infortunati ma più titolari perdiamo e più continuiamo a vincere: domenica abbiamo giocato con sette fuoriquota, di cui addirittura un allievo classe 2003, Comisso, un attaccante che è titolare da ben tre partite, insieme a Cotti Cometti classe 2001. Poi ci sono due 2002, Bagnarol e Bance, che ormai sembrano quasi dei veterani. Brusin del 2001 è titolare dall'anno scorso ed è anche andato in Rappresentativa. Altri due ragazzi di buona prospettiva, sono i terzini titolari Trevisan 2000 e Nonis 2001".

La "cantera" sanvitese è l'arma in più: "E' il nostro vivaio a fare la differenza, tutti i fuoriquota provengono dalle nostre giovanili e questo è il vanto della nostra società. Il ringraziamento va agli allenatori che hanno fatto crescere al meglio questi ragazzi preparatissimi, io mi prendo solo il merito di averli accompagnati in prima squadra. Lottiamo in mezzo ad alcuni mostri sacri della categoria e cerchiamo di farci valere".

Le emozioni del tecnico, in qualità di ex allenatore della Spal che è attualmente sopra tutti: "E' bello vederli lì e mi fa enormemente piacere per la società perchè so che lavora molto bene. Tifo per loro e mi fa un certo effetto perchè l'anno scorso con loro ho lottato per la salvezza mentre quest'anno la classifica si è ribaltata".

Il suo pronostico sulla lotta promozione: "Oltre alla Spal vedo bene la Sacilese, perchè ha nomi importanti per qualità ed esperienza. Secondo me saranno queste le due squadre che lotteranno fino alla fine per il secondo posto. Fino a qualche settimana fa avrei inserito anche il Rive d'Arcano che ora forse sta pagando qualche assenza di troppo".

Non mancano i "millennials" dal grande talento anche in casa delle dirette concorrenti: "La Spal ha tre o quattro giovani molto importanti che hanno dato il salto di qualità come Bagosi, Morassutti che è un 2000 molto interessante e Ruffato che è un 2002 ex Sanvitese, anche lui con ottime prospettive. Dietro ci sono Zanon e Milan che mi piacciono molto. Anche il Prata Falchi ha un bel mix di giovani ed esperti".

Menzione d'onore per il Casarsa ed il suo talentino Alfenore: "Anche loro giocano con una rosa molto giovane. Anche lui fa parte del vivaio della Sanvitese ed ha qualità tecniche e tattiche, è un giocatore completo che potrebbe fare almeno una categoria superiore. Con lui ed Ajola hanno un centrocampo davvero ottimo".

FotoCalcio.it (Adriano Peresano).

https://i.imgur.com/wa1U7S9.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02707 secondi