Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


LCFC PN - Canzian: il pareggio ci sta stretto. Pajer: ci divertiamo

Il Real Cordenons in dieci strappa il pareggio. Al vantaggio nel primo tempo del Primo Maggio, gli ospiti impattano prima del quarto d’ora della ripresa. In superiorità numerica la squadra di Fiume Veneto non approfitta. Canzian: “Abbiamo recuperato alcuni giocatori abbassando l’età media”. Pajer: “Giochiamo senza obiettivi particolari, lo facciamo per divertirci”

Termina con un pareggio per 1-1 il recupero della 3ª giornata  del girone Paradiso della Lcfc pordenonese fra Primo Maggio e Real Cordenons. Passano per primi in vantaggio i padroni di casa con un diagonale chiuso male dai cordenonesi sul quale il Primo Maggio approfitta innescando in contropiede a centro area Castaldi, su cross di Benetello per la rete al volo dell’1-0.

Nella ripresa la squadra ospite si raccapezza e costringe gli avversari ad arretrare creando superiorità numerica in varie zone del campo. Il pressing di Cortese da i suoi frutti, recupera palla, serve in area Abdoulaye Soumalia e il pareggio è cosa fatta. Al quarto d’ora il Real resta in dieci per il secondo cartellino giallo a Frappola, il primo per un fallo di gioco, il secondo per ingenuità. Con l’uomo in più il Quartiere Primo Maggio riprende coraggio ma non punge. Al contrario sono gli ospiti a creare occasione con Abdoulaye Soumalia e Djalliou a mancare il ribaltone.

“Alla fine della contesa il pareggio ci sta un po’ stretto per le occasioni avute e sprecate. Dopo un inizio di stagione un po’ affannoso – spiega il centrocampista del Real Cordenons Gianluca Canzian – abbiamo recuperato alcuni ragazzi nuovi ed abbassato la nostra età media. Fra questi in nuovo portiere Giovanni Romanin il quale, assieme a Carmine Rufrano, sono degli ottimi numeri uno. All’inizio eravamo in difficoltà numerica con la rosa ridotta all’osso, costringendoci anche a rinviare alcune partite, alcuni giocatori li abbiamo persi per motivi di lavori e non erano stati rimpiazzati. Vista la nostra “giovane” età, giocavano bene i primi tempi, per poi andare un po’ in difficoltà nella ripresa”.

“Stiamo facendo giocare tutti senza alcun problema, senza obiettivi particolari, la mettiamo sul divertimento e basta, rispettando le regole. I risultati li otteniamo ugualmente – evidenzia Andrea Pajer del Quartiere Primo Maggio – nonostante i vari problemi e pertanto vado avanti tranquillo per la mia strada, poi a fine stagione tireremo le somme”.  

https://i.imgur.com/gp3FSBI.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...






CSI - Cambio al timone, Viel subentra a Venier

Dopo tre anni alla guida della squadra, causa impegni di lavoro, lascia la società Prata il  mister Pierangelo Venier al quale va tutta la riconoscenza per il lavoro svolto con professionalità ed impegno...leggi
06/07/2020





UISP CSI - Nulla è ancora deciso sui campionati

Mentre la Lega Calcio Friuli Collinare ha già ufficializzato il “rompete le righe” con l’annullamento della stagione 2019/20 e la Figc sta cercando di capire come, se, e con che modalità concludere questo campionato sui camp...leggi
20/04/2020



LCFC - Proroga sospensione fino al 15 aprile

Il consiglio direttivo della Lcfc del 31 marzo ha deliberato di prorogare la sospensione dell’attività già in essere, fino al 15 aprile 2020. Il Consiglio si è inoltre riservato ogni altra decisione in ...leggi
01/04/2020

LCFC - Nessun comunicato, occhio alle bufale

Purtroppo ci sono ancora diverse persone che definirle “imbecilli” è poco quando diffondono notizie prive di fondamento o del tutto false, le cosiddette “fake news” e chi le divulga è passibile di den...leggi
16/03/2020

UISP - Preoccupano le incongruenze del Dpcm

L’Uisp tiene a sottolineare la propria responsabilità sociale circa le misure adottate per contenere l'emergenza epidemiologica del Covid-19. La salute, in particolare la salute pubblica, come diritto e bene primario per ogni ...leggi
05/03/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,24736 secondi