Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


NAZIONALI - Bagarre play-off: le 4 regionali ci provano

Sabato fondamentale per Chions (nella tana del Cartigliano), San Luigi (arriva il Mestre), Cjarlins Muzane (trasferta nella tana del Chioggia) e Tamai (sfida interna alla vice-regina Belluno)



La “lepre” Montebelluna continua a fare corsa a sé. Con il +9 sulle diretta inseguitrice, il Cartigliano, i biancocelesti di Mirco Da Riva, superato di slancio l’ostacolo Chions, a sette turni dall’epilogo possono gestire il congruo vantaggio in serenità. Questo fa capire che alla vigilia della 7^ giornata, la bellezza del girone C si concentra alle spalle della capolista, sulla rovente disputa tra le aspiranti ai quattro posti dell’extra-season. E’ un playoff che fa gola con Belluno ’05, Cartigliano, Chions in avanscoperta, ora nel mirino di un’outsider, il Mestre, capace di recuperare posizioni su posizioni alla sconfitta casalinga patita contro il Tamai. Da allora gli arancio-nero hanno chiuso i battenti da 235’ (ultimo gol al 35’ di Piccolo del Tamai).
La partita più attesa del fine settimana si giocherà al “Fair-play” di Cartigliano, ospite il Chions. Sul rettangolo affacciato sulle sponde del Brenta gli azzurri di mister Citton (31) e la robusta band di Mauro Salatin (29), nel contendersi la posizione di terzo incomodo, proveranno a superarsi in una sfida ad eliminazione. I 3 punti in palio saranno un fardello pesante da gestire e chi rischia è l’undici bassanese impegnato nella prossima uscita nella tana del Mestre. Un pareggio al Chions (nell’8^ ospiterà il fanalino Este) potrebbe fare comodo, ma i gialloblù dovranno guardarsi alle spalle e non farsi ingoiare dal ritorno di Union Feltre (28) e Luparense (27), impegnate in uno spietato faccia a faccia, oppure di vedersi tallonati dall’ascesa del San Luigi se l’undici di Ravalico saprà mettere la museruola al Mestre, che in trasferta non conosce l’onta della sconfitta (6 gare) dal 2 novembre, il 3-0 incassato dal Cartigliano.
Nella gara in programma al “Boscherai” di Pedavena, l’Union di mister Mauro Cappellaro sarà chiamata sfidare il trend negativo del girone di ritorno. I verde-granata in evidente flessione hanno buscato quattro legnate (verdetti finali privi di gol) e l’unico acuto casalingo, il 2-1 inflitto al Cartigliano, è datato 18 gennaio. Un sibillino messaggio che i “lupi” di mister Marco Tappari dovranno memorizzare per cancellare la striscia negativa di 3 sconfitte (Tamai, Cjarlins e Campodarsego), una macchia che si espande al 30 novembre in 4° flop che hanno preso il via (Pettorazza) dal ko contro l’Adriese. L’ultimo successo esterno dei rossoblù risale al 19 ottobre lo 0-2 a Cà Lino di Chioggia.
Di vaglia è pure l’incrocio sul terreno giuliano di San Luigi. Un esame di riparazione per i biancoverdi di Ravalico ai quali fischiano ancora le orecchie nel ricordare il 4-0 subito all’ andata. E’ un Mestre che ha perso a Carlino e vinto di misura a Tamai. I triestini nel fare leva sul fattore campo, dovranno confermarsi e incidere come nel 3° weekend di ogni mese. Una scadenza in cui fanno capolino l’iniziale 0-3 subito contro la Luparense, il 4-2 che ha castigato l’ Ital-Lenti Belluno, il 4-0 che ha bollato la Clodiense/Chioggia e il 5-1 che ha annichilito l’Este. Verdetti da consultare alla lettera, indicando il prossimo mittente…
Sarà una 7^ di ritorno indicativa anche per il Cjarlins Muzane che fuori dal recinto del “Della Ricca”, in parallelo al girone di andata, conta 3 punti in più. Un buon viatico per i ragazzi di Marco Billia (la settimana seguente riceveranno il San Luigi). Messo a referto il successo di Campodarsego, gli arancio-blù tornano a valle, a Cà Lino di Chioggia, per dare scacco ai granata di Stefano Bernardi, temibilissimi in casa dove non chinano la testa dal 9 novembre (3-4 dal Tamai). Una lezione salutare che in seguito ha invertito il trend del “ciosa”, capace di impallinare le dirette antagoniste con 24 gol, bloccando inoltre sul 3-3 la capolista Montebelluna.
Non passa inosservato il test casalingo del Tamai. Le furie di mister Toffolo lanceranno il guanto di sfida alla vice-capolista Belluno ’05 di Eddy Perenzin, maramaldo nella gara di andata con un largo 5-1. Per sette giorni inebriato dal profumo del playoff, il Tamai castigato dalla bocciatura di Adria, ora dovrà ripartire a testa bassa per ri-agganciare l’ultima carrozza. Solo una vittoria, però, potrà alimentare le velleità biancorosse.
Il cartellone completa il turno con Montebelluna-Campodarsego e Este-Adriese, indirizzate al capolinea senza infamia e lode…     

Il cartellone di sabato 15 febbraio e gli arbitri designati

Cartigliano-Chions 1-X
Arbitro: Stefan Arnaut sez. di Padova

Clodiense/Chioggia-Cjarlins Muzane 1-X
Arbitro: Gianmarco Feliziani sez. di Mestre

Este-Adriese X
Arbitro: Riccardo De Martino sez. di Bassano del Grappa

Montebelluna-Campodarsego 1
Arbitro: Marek Golis sez. di Conegliano Veneto

San Luigi-Mestre 1-X
Arbitro: Matteo Moschion sez. di Gradisca d’Isonzo

Tamai-Belluno X-2
Arbitro: Francesco Caputo sez. di  Pordenone

Union Feltre-Luparense 1-2
Arbitro: Davide Albano sez. di Venezia

A cura di Flavio Cipriani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,38402 secondi