Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Cenni storici mentre scatta la sesta di ritorno

Sono numerosi i precedenti che riguardano Gemonese - Manzanese. Ma anche Flaibano - Brian, Lumignacco - Ronchi e Fontanafredda - Tricesimo si leggono volentieri lanciando uno sguardo al passato...



Sarà un sesto turno di ritorno di campionato che si gioca nei numeri e nei testati ricorsi storici. Quattro le sfide da capogiro nel regno dell’Eccellenza, che dall’inizio del nuovo millennio scandiscono ben “17” incroci, pepati, mai scontati, con un solo test, Flaibano-Brian/Lignano che si congedò sul pareggio, l’1-1 del 22 marzo 2015.

La copertina patinata punta l’indice su Gemonese-Manzanese, acerrime rivali negli anni passati al “Simonetti” dove i giallorossi di casa si sono rivelati un osso duro. La tradizione spinge il pronostico all’indirizzo della formazione collinare che fa tesoro su un doppio verdetto all’inglese, il 2-0 imposto ai “seggiolai” il 25 aprile di un anno fa e il bis piazzato il 10 settembre 2017. Vittoria che nell’andare a ritroso è arrisa per un biennio a favore dei seggiolai, due epiloghi sudati, lo 0-1 firmato da Zucchiati il 26 marzo ’17 e l’1-2 fissato il 3 aprile 2016. La Gemonese a cavallo di questi due passi falsi ha rilanciato le proprie quotazioni e lo spirito morale mettendo in luce l’1-0 del 12 ottobre 2014 e il medesimo successo il 25 aprile ’13. E’ una Gemonese che nello scandire la supremazia sugli orange le sue vittorie le ha puntualmente centrate senza subire gol. Certo, stavolta la dinamica sembra diversa (la Manzanese è capolista, la Gemonese battaglia nella zona a rischio) e anche diverso sarà il teatro che ospiterà il match, il Goi al posto del Simonetti

Una bella storia, con tanti gol da fare scorrere sul pallottoliere, la raccontano le battaglie agonistiche di Flaibano-Brian/Lignano. La rassegna parte con il botto, un segnale d’allarme per i ragazzi di mister Birtig che dopo otto vittorie esterne di fila, nella precedente trasferta a Torviscosa hanno impatto il primo match stagionale. E’ il torneo di Promozione A mettere in risalto il corposo 4-1 del 3 novembre 2013. Non c’è una via di mezzo nemmeno l’anno seguente (30 settembre ’12) quando i gialloneri la spuntano per 3-2. Il pareggio di Primavera, come anticipato, fa da linea di mezzeria alla scalata in Eccellenza. E’ un mese di marzo di profitto per il team di Gianluca Birtig. Nel massimo torneo regionale si è manifestato il rovescio della medaglia. Il Brian Precenicco sbanca Flaibano con un chiaro “uno-due” di Michelin e Osagiede (12 marzo ’17) e replica il finale il 17 marzo di un anno fa con i gol di Baruzzini e Ietri. Per la formazione di Roby Peressoni all’asciutto di gol dallo 0-1 del “Campagnuzza/Bearzot” del 22 gennaio è tempo di riscossa.

Il terzo confronto che ha tracciato parte della storia dell’Eccellenza lo vivranno gli sportivi rossoneri all'Omero Tognon di Fontanafredda. 90’ indicativi per l’undici di Claudio Moro nel dare la scalata al playoff. C’è però il Tricesimo da domare. Nella gara di andata il “Fontana” si prese i tre punti, ma gli ultimi ricorsi nel catino della Destra Tagliamento partono con il piede zoppo. Messaggio in “codice”, lo 0-1 che ha fatto presa in due occasioni. Dati evidenziati dall’ultimo passaggio mirato (10 febbraio ’19) dell’undici di Max Zucco a segno con Balzano. 469 giorni prima, il finale esaltò la prestazione degli udinesi che fecero saltare il banco con la rete firmata da Cotrufo. I momenti migliori il Fontanafredda se lì è goduti nelle prime due sfide, vincendole entrambe per 2-1: il 9 ottobre 2016 e il 23 marzo ’14, timbri lasciati nella gestione tecnica del tecnico della Marca Trevigiana, Maurizio De Pieri.

Chiude il poker di partite “squillo” con i tre punti in palio che valgono una miniera d’oro, Lumignacco-Ronchi. In questi 90’ è involuzione e le due sconfitte filanti del “Lumi” (il Ronchi controbatte con due “ics” negli ultimi 180’) a tenere in ansia il mister trevigiano, impegnato con tutte le forze a risollevare la squadra dal pantano. I responsi passati sono benzina per riaccendere il motore e arrivano a sostegno con il 2-1 del 24 febbraio ’19 e il rotondo 4-2 del 3 dicembre 2017. 

La vetrina del weekend darà ampio risalto a Codroipo-Torviscosa con l’undici di Nerino Barel chiamato a risolvere la grana del gol che latita da 575’. Non ha motivo di gioire nemmeno la “Torvis” di Fabio Pittilino che non vince dalla 1^ di ritorno, il blitz riuscito sulla Manzanese.
Non trova aneddoti negli ultimi venti anni Pro Gorizia-Primorje, una testa e testa che i biancocelesti puntano a immortalare con una franca affermazione. Per i carsolini il periodo di vacche magre potrebbe allungarsi. Un debole messaggio alla “Pro” è il gol ritrovato dopo 1273’. A Corno di Rosazzo dove la vittoria è datata 19 gennaio (Primorje) conta di fare punti il Fiume Bannia, rinfrancato dall’acuto sul Torviscosa e le successive due gare senza subire gol. Completa il quadro la trasferta dell’outsider Pro Fagagna sul rettangolo della Pro Cervignano. Un confronto ostico per la formazione di Pino Cortiula che nella Bassa Friulana dovrà farsi in “quattro” e mostrare i…muscoli per stanare una “Pro”, quella gialloblù, in serie positiva da cinque gare. L’ultimo black-out patito dalla band di “Gio” Tortolo è l’1-4 contro il Fontanafredda del 12 gennaio.

Flavio Cipriani     


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...




AUDAX - Il "Baiamonti" attende il restyling

Non solo il calcio giocato è fermo, ma anche altre attività lavorative non indispensabili al momento. Magari non la pensano così in casa Audax Sanrocchese che già stavano mettendo in conto di poter tornare, nel ...leggi
05/04/2020



IO GIOCO A CASA - Rubrica per allenamenti calcistici

Nella speranza di riprendere presto possesso degli ampi spazi a cui tutti siamo abituati, le redazioni di Friuligol - Umbriagol, in collaborazione con due giovani tecnici, ha inteso organizzare una serie di allenamenti pi&...leggi
31/03/2020



LUTTO - Il calcio regionale piange Alberto Rissdorfer

Il calcio dilettanti regionale perde un grande sportivo, competente, e per diversi anni presidente di società, poi consigliere del Comitato regionale Fvg e successivamente sostituto Giudice sportivo. Ha lasciato questo mondo infatti il cav. ...leggi
27/03/2020




PRO GORIZIA - Palleggiare contro il coronavirus

Sono giorni difficili lontani dal campo quelli che sta vivendo nelle ultime settimane la Pro Gorizia e  in generale tutto il mondo del calcio a ogni latitudine, per non dire di quello che succede nei vari ambiti della società. A causa d...leggi
19/03/2020

LND - Morgana: disposti a giocare anche a luglio

Mentre l'emergenza Coronavirus non si attenua, ci si interroga su quando e se potranno riprendere i campionati dilettantistici. Sandro Morgana (foto), vicepresidente della Lega Nazionale Dilettanti, ha ril...leggi
19/03/2020

ECCELLENZA - Nuovo calendario per gli spareggi promozione

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi in data odierna, preso atto della situazione verificatasi a seguito dell’emergenza sanitaria in conseguenza del diffondersi del “Coronavirus” denominato Covid-19, e tenuto conto del...leggi
09/03/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02979 secondi