Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


ECCELLENZA - Lunga vita al gioiello Flaibano

Parliamo di balon con... Alessandro Maserati, regista della rivelazione giallonera tra veterani inossidabili e giovani rampanti

Parliamo di balon con... Alessandro Maserati, figura cardine della sorpresa Flaibano. I gialloneri - prima della sospensione delle operazioni - erano balzati all'ottavo posto dell'Eccellenza, quindi nella parte sinistra della classifica e presentavano un biglietto da visita di 32 punti, equamente conquistati a domicilio e in trasferta, un equilibrio felice evidenziato anche dal confronto tra gol segnati (23) e subiti (21), riflesso di qualche difficoltà in fase finalizzativa (la mancanza di una vera e propria prima punta e pure un pizzico di sfortuna, come i 4 legni colpiti da Alessio) più che compensata da una accresciuta solidità nella fase difensiva, dove invece s'era sofferto molto nella precedente stagione. 
Si erano organizzati, al Flaibano, anche per allenarsi all'epoca del Coronavirus: per martedì era stato trovato il medico e il vigile (o l'assessore comunale) avrebbe controllato il rispetto delle precauzioni anti-contagio. Ma poi tutto è saltato e se ne riparlerà ormai in aprile. 
Alessandro Maserati racconta con orgoglio del campionato fin qui disputato dai gialloneri: "In un anno di grandi difficoltà e con mezzi economici ridotti all'osso abbiamo fatto quadrato e trovato un equilibrio ideale a livello dirigenziale e di squadra. E senza gli infortuni che ci hanno privato di Piccolotto e Boemo credo che avremmo potuto lottare per i play-off...". 
Snocciola nomi, storie, caratteristiche tecniche e caratteriali dei suoi ragazzi, Maserati. Dall'eterno Alberto Favero ("Se lo vorrà potrà giocare ancora una-due stagioni") a Daniel Candotti ("E dire che qualcuno me lo aveva sconsigliato, invece è un uomo straordinario"), passando per il portierone Tommaso Peresson ("Una sicurezza in campo, ma fondamentale anche nella crescita del giovane Stefano Paoli Tacchini"). Senatori e poi tanti giovani, pieni di voglia e di qualità, altrove poco considerati, e che invece il segugio Maserati è riuscito a catturare e a mettere a disposizione di un tecnico super come Roberto Peressoni: "Sono tutti ragazzi che ho visto crescere nel corso degli anni in squadre mie e come avversari. A livello di fuoriquota siamo messi particolarmente bene e in più ruoli". 
Ecco, questo Flaibano ha le carte in regola per concludere (e si spera che sarà possibile...) l'attuale campionato in maniera lusinghiera e per dimostrare nel futuro a medio scadenza tutto il suo potenziale. 
Il gioiellino è lì, insomma, da coccolare e valorizzare, ed è per questo che bisognerà nei prossimi mesi trovare la quadra a livello societario nell'ambito dell'auspicato passaggio di testimone che il mitico Marino Picco, dopo oltre trent'anni di guida appassionata del sodalizio giallonero, confida di poter concretizzare così da assicurare lunga e prosperosa vita alla sua creatura. 

LE GARE ANCORA DA DISPUTARE

Flaibano - Torviscosa

Lumignacco - Flaibano

Codroipo - Flaibano

Flaibano - Virtus Corno

Fontanafredda - Flaibano

Flaibano - Gemonese

Pro Cervignano - Flaibano

Flaibano - Pro Gorizia

https://i.imgur.com/k7I7s5G.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,31341 secondi