Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


FOCUS - Decreto Cura Italia: gli aiuti economici al calcio dilettanti

Cassa integrazione, indennità e sospensione dei versamenti sono alcuni dei benefici indirizzati ai lavoratori dipendenti



Per fare fronte all’emergenza economica legata al tentativo di arginare la diffusione del coronavirus Covid-19, il Consiglio dei minisitri ha approvato il decreto “Cura Italia” che contiene anche gli interventi e gli aiuti economici a sostegno di tutto il mondo dello sport.
Tali misure, dunque, non sono dirette solo ai grandi club di Serie A ma si rivolgono a tutte le società sportive, a tutte le associazioni sportive dilettantistiche (ASD) e a tutti gli enti di promozione sportiva.

Le misure varate sono le seguenti
Cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori dipendenti;
Indennità per tutti i lavoratori autonomi e i collaboratori;
Sospensione dei versamenti (Irpef, Irap, Iva, contributi previdenziali e assistenziali);
Sospensione di affitti e canoni di locazione;
Sostegno finanziario per garantire l’accesso al credito;
Credito di imposta per la santificazione degli ambienti;
Potenziamento del piano “Sport e Periferie” rivolto ai Comuni.

Coronavirus, gli aiuti economici alle associazioni sportive
La cassa integrazione in deroga
La cassa integrazione in deroga prevista per i lavoratori dipendenti vale anche per il mondo sportivo. Sarà dunque garantita a tutti i lavoratori dipendenti, compresi quelli delle società sportive e delle associazioni sportive dilettantistiche (ASD).

Indennità per i lavoratori autonomi e i collaboratori
Grazie ad una norma specifica inserita nel decreto legge, l’indennità di 600 euro una tantum per gli autonomi e i collaboratori è stata ampliata per comprendere anche i collaboratori delle società sportive e delle associazioni sportive dilettantistiche (ASD) e degli enti di promozione sportiva, i quali per il loro status giuridico sarebbero rimasti esclusi. Nel computo sono compresi anche coloro che restano sotto la soglia dei diecimila euro annuali.

(FONTE: calcioefinanza.it)


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...




IO GIOCO A CASA - Rubrica per allenamenti calcistici

Nella speranza di riprendere presto possesso degli ampi spazi a cui tutti siamo abituati, le redazioni di Friuligol - Umbriagol, in collaborazione con due giovani tecnici, ha inteso organizzare una serie di allenamenti pi&...leggi
31/03/2020



LUTTO - Il calcio regionale piange Alberto Rissdorfer

Il calcio dilettanti regionale perde un grande sportivo, competente, e per diversi anni presidente di società, poi consigliere del Comitato regionale Fvg e successivamente sostituto Giudice sportivo. Ha lasciato questo mondo infatti il cav. ...leggi
27/03/2020



PRO GORIZIA - Palleggiare contro il coronavirus

Sono giorni difficili lontani dal campo quelli che sta vivendo nelle ultime settimane la Pro Gorizia e  in generale tutto il mondo del calcio a ogni latitudine, per non dire di quello che succede nei vari ambiti della società. A causa d...leggi
19/03/2020

LND - Morgana: disposti a giocare anche a luglio

Mentre l'emergenza Coronavirus non si attenua, ci si interroga su quando e se potranno riprendere i campionati dilettantistici. Sandro Morgana (foto), vicepresidente della Lega Nazionale Dilettanti, ha ril...leggi
19/03/2020

ECCELLENZA - Nuovo calendario per gli spareggi promozione

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi in data odierna, preso atto della situazione verificatasi a seguito dell’emergenza sanitaria in conseguenza del diffondersi del “Coronavirus” denominato Covid-19, e tenuto conto del...leggi
09/03/2020


IL CASO - Giocatori non tesserati, sanzioni diverse

Accade in Terza categoria, girone B, nella gara Alabarda – San Gottardo del 5 febbraio, il Giudice sportivo della Delegazione di Gorizia, sul comunicato ufficiale n. 51, accerta l’assenza del regolare tesseramento di un...leggi
07/03/2020


IL NODO - Chi si allena e chi non può. E giusto?

Il calcio si ferma. Come gli altri sport. Come la scuola, come altre attività. E' sia: l'emergenza sanitaria è sotto gli occhi di tutti (quella economica pure...), e quando c'è di mezzo la salute bisogna essere rigorosi. Purtroppo, però,...leggi
05/03/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03308 secondi