Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


QUALE FUTURO? - Valentini e Del Fabbro: "Sarà dura". Turrin...

Il capitano del Ceolini e il presidente del Valeriano Pinzano mettono il dito sulle difficoltà con cui tutto il movimento dovrà fare i conti nei prossimi mesi...

Quale futuro (a breve, con i campionati sospesi) e a medio-lungo termine per il mondo del calcio regionale? Provano a dare la loro ricetta e le loro opinioni presidenti, dirigenti, allenatori e calciatori delle nostre società.

Sandro Valentini (capitano del Ceolini) - "Dal mio punto di vista l'unica soluzione è annullare la stagione 2019/2020 e riprendere a giocare (se sarà possibile) a settembre con la stagione 2020/2021. Scrivo questo per 3 motivi sostanzialmente: come si fa a riprendere la stagione ferma ormai da 2 mesi, con giocatori totalmente fuori allenamento, costringendo magari a giocare 3 partite a settimana (domenica, mercoledì, domenica) per finire entro luglio/agosto. Molti dilettanti arrivano sempre all'ultimo a allenarsi durante la settimana per motivi lavorativi o famigliari, figurarsi se mettiamo una partita al mercoledì dove bisognerà partire prima per andare in trasferta lasciando prima il lavoro, ecc,ecc...
2- Molte società fanno affidamento, se non totalmente, ma una gran parte sul ricavo delle sagre paesane o eventi estivi realizzati proprio da queste società sportive (vedi: Ceolini, Tamai, Roveredo, ecc). Quest'anno è noto a tutti che sono sospese tutte le manifestazioni sopra citate, quindi non ci saranno più per la prossima stagione questi indispensabili. Andando avanti col campionato 2019/2020 ci saranno ancora molte spese per i club, quindi sarebbe meglio evitarli per ammortizzare la prossima stagione sportiva.
3- Se a tutti i costi bisogna finire questa annata, come si giocherà: a porte aperte o a porte chiuse? Se a porte aperte chi vigilerà sulla distanza da tenersi sugli spalti, al chiosco o in spogliatoio? Chi pagherà per questo servizio? Sempre le società dilettantistiche friulane!
Per il discorso delle promozioni o delle retrocessioni, sono del parere che bisognerebbe riprendere la nuova stagione con le stesse squadre di quella passata. Senza mandare su o giù nessuno, non si può promuovere la prima in classifica (anche se ha solo un punto di vantaggio) con ancora lo scontro diretto da giocare come succederebbe nel girone A di Prima categoria. E come non si può far retrocedere l'ultima in classifica con ancora 8 giornate da giocare: negli anni si sono viste rimonte epiche nei bassi fondi della classifica".

Alberto Turrin (Villanova Fip) - "I campionati vanno vinti sul campo. Basta ripescaggi perché qui se no diventa tutto uno sperare! Il campionato dell'anno scorso insegna... Basta vedere chi è salito in Prima ed era staccato dalle prime 2 di 20 punti".

Diego Del Fabbro (presidente del Valeriano Pinzano) - "Secondo me il campionato dovrebbe venire annullato ma questo è solo un parere. Un problema molto grave è un altro: con tutte queste restrizioni sarà messa a dura prova anche la ripartenza del prossimo anno calcistico perché le nostre società non sono pronte ad affrontare la situazione. Finché non ci sarà un vaccino come si potrà pensare a far partire una nuova stagione sportiva? Siccome è stata sospesa quella attuale perché non siamo in grado di gestire la pandemia Covid-19 con i nostri mezzi, non vedo come potremmo ripartire. La serie A  ha medici e mezzi eppure giocherà a porte chiuse, ammesso che riparta presto. Le nostre società non arrivano a garantire la distanza minima negli spogliatoi e neanche possono e potranno sempre avere un medico a disposizione, quindi la vedo molto dura, non so se qualcuno si è fatto queste domande. Per quanto riguarda invece l'iscrizione, ritengo che siccome abbiamo giocato poco più di metà campionato dovrebbe essere pagata esattamente metà dell'iscrizione per la prossima stagione". 

https://i.imgur.com/1Gfpsdq.jpg

https://i.imgur.com/vgZMgOB.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/04/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,37676 secondi