Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


OL3 - Orlando: "Lascio per intraprendere una nuova sfida"

Il tecnico nero arancio annuncia il suo addio: "Decisione non presa a cuore leggero, andrò ad allenare una squadra di diciassettenni"

Si apre una nuova strada nella carriera da allenatore di Alessandro Orlando, che da calciatore ha vestito le maglie, tra le tante, di Juve, Milan, Sampdoria, Fiorentina ed Udinese e con un palmares che annovera ben tre scudetti, due Coppe Italia, tre Supercoppe Italiane ed una Champions League conquistati. L'ormai ex allenatore dell'Ol3 saluta la società nero arancio ed annuncia la sua nuova avventura in una squadra Under 17 che ancora non ha voluto svelare.

ADDIO - "C'è stata una proposta da parte di una società e dopo un colloquio con il presidente Bertossi ho deciso di intraprendere un'esperienza diversa, a livello giovanile. Non lascio per trovare nuovi stimoli perchè a Faedis mi trovavo molto bene e c'era sulla carta un progetto che poteva durare ancora un paio di anni, però ho valutato con calma e ho deciso di accettare questa proposta. Il presidente Bertossi si è confermato ancora una volta persona a modo ed ha capito il motivo di questa decisione, non presa a cuor leggero perchè ho trovato una grande società che credeva in me ed un gruppo di ragazzi sempre disponibili che mi hanno voluto sempre bene".

RISULTATI - "Le problematiche maggiori sono arrivate nella prima parte della passata stagione: a Natale dello scorso anno eravamo penultimi. Avendo una rosa giovane e con tanti infortuni importanti siamo stati penalizzati. Recuperando poi parecchi giocatori e cambiando il modulo, passando alla difesa a tre, siamo riusciti a sfruttare in maniera migliore le nostre caratteristiche raggiungendo la salvezza. Quest'anno, a parte le prime quattro o cinque partite, abbiamo macinato punti giocando un bel calcio. Alla fine penso che società, ragazzi e pubblico si siano divertiti, a prescindere dai risultati. Abbiamo concluso questo campionato a metà classifica e penso che non potevamo pretendere di più. C'è un po' di rammarico perchè poco prima della sospensione del torneo potevamo fare qualcosa in più, per esempio contro il Sistiana in cui l'atteggiamento della squadra non mi è piaciuto. Potevamo osare di più per accorciare la classifica ma ci siamo accontentati del pareggio".

JUNIORES - "Faccio i complimenti a Gabriele Gorenszach per il lavoro fatto negli ultimi anni nella Juniores, ho trovato ragazzi già pronti per la prima squadra. Quando siamo passati ad un modulo nuovo, che non avevano mai interpretato neanche nelle giovanili, si sono adattati alla perfezione e questa è la più grande soddisfazione che ho avuto, perchè ho capito che credevano in me e nel progetto".

FUTURO - "La società si descrive da sola con tutto quello che ha fatto negli ultimi anni.  In venti anni di gestione del presidente Bertossi i risultati sono arrivati, sia in prima squadra ma soprattutto con il settore giovanile. Credo che nella prossima stagione ci saranno talmente tanti interrogativi che sarà impossibile fare pronostici. Tutto il calcio, dilettantistico e non, sarà sconvolto dopo questa pausa soprattutto a livello economico quindi è difficile dare consigli. L'Ol3 è una realtà consolidata e questo sia un punto di forza importante, penso che bisognerà attingere dal settore giovanile come anche tutti gli altri faranno. Speriamo di ricominciare, se non ad agosto almeno a settembre".

NUOVA AVVENTURA - "Sono sempre stato restio ad allenare nel settore giovanile quindi il mio nuovo incarico sarà una vera e propria novità. Andrò ad allenare una squadra di diciassettenni e dovrò avere un nuovo modo di pormi, tutto sarà diverso. La vivrò come una sfida, molti in passato mi hanno detto che caratterialmente sarei stato più adatto a fare crescere i giovani calciatori e sono curioso di sapere se sarà così".

Friuli in Gol Giovedì - 2020-05-14

https://i.imgur.com/mEsJTUj.jpg

Alessandro Orlando, saluta l'Ol3 e per lui si apre una nuova strada nella carriera di allenatore...
Friuli in Gol  da 14 anni tutto il calcio Amatoriale Giovanile  e Dilettantistico in Friuli Venezia Giulia ce lo racconta Franco Poiana sulle nostre frequenze tra ospiti competenti e pubblico appassionato!


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,24463 secondi