Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINE CITY - Mattiussi e Osso Armellino ai saluti

Due addii nella formazione cittadina, rivelazione dell’ultimo campionato di serie B. Per Paolo un futuro ancora da definire, per Alessandro possibile il ritorno al calcio a 11

Mentre si allungano le tempistiche decisionali su una stagione virtualmente conclusa l’Udine City, neopromossa rivelazione dell’ultimo campionato di serie B (al momento della sospensione, Goranovic e soci erano quinti in classifica e, dunque, in piena zona play - off), registra un paio di addii. Non faranno infatti più parte dell’area tecnica e del roster della formazione di Tita Pittini sia il “totemPaolo Mattiussi che Alessandro Osso Armellino.

Il primo, classe 1975, uno dei pretoriani del vulcanico plenipotenziario del club (con il quale ha vissuto, per intero, le ultime quattro stagioni, quelle della ricostruzione, inanellando una promozione In serie B e sistemando in bacheca una Supercoppa) ha onorato l’annata più recente in qualità di “tattico” dello staff, ritagliandosi anche brandelli di minutaggio. Di qualche giorno fa la decisione di chiudere il capitolo, in attesa di un futuro tutto da indovinare. Provare finalmente l’ebbrezza della panchina in qualità di capo allenatore o calcare ancora le tavole dei parquets regionali? Le offerte (Tarcento?) non mancheranno.

L’ex Udinese, San Daniele e Tricesimo (classe 1987) si farà invece da parte per pressanti motivi di lavoro. L’esperienza di Osso nel futsal non è stata proprio indimenticabile (impiego ridotto e due sole reti all’attivo) e, nel ventaglio di opzioni, è possibile pure un ritorno - magari a Tricesimo - nel calcio a 11. “L’addio di Mattiussi è stato un evento inatteso - commenta Tita Pittini - ma non cambia, ovviamente, la stima per l’uomo e per il giocatore. Una persona con la quale ho condiviso tanti anni e tanti successi: per questo gli auguro ogni bene. Mi spiace anche per Osso Armellino il quale, dopo un anno di apprendistato, ci avrebbe sicuramente garantito un rendimento elevato. Ma la vita continua, l’Udine City non si fermerà per questo".

https://i.imgur.com/Z0PdQzi.jpg

https://i.imgur.com/CISskk0.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...











FRIULIGOL LIVE - Focus sul Calcio a 5

Sull’onda dei riuscitissimi appuntamenti che lo hanno preceduto (particolarmente seguito quello di Pasquetta), torna Friuligol in versione “live streaming”: stavolta si parlerà di ...leggi
15/04/2020


MANZANO - Marinucci: regna l'incertezza

Un mese esatto di stop per il calcio a 5 regionale, ultimo a scendere ufficialmente in campo il 4 marzo con il recupero della quinta di ritorno, e il rompete le righe immediato il giorno successivo. Così è stato In casa Manzano 1988 e...leggi
05/04/2020


CORONAVIRUS - La donazione dell'Udine City

L’Udine City torna in campo. Stavolta quello della solidarietà, strettamente legata alla pandemia in corso. La società cittadina, grande protagonista - da matricola - del campionato di serie B...leggi
01/04/2020




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05278 secondi