Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LUTTO - Si è spento Roberto (Beba) Milan

Un male se l’è portato via a 49 anni. I suoi principali trascorsi calcistici con il Vermegliano ai tempi d’oro con doppio salto di categoria e conquista della Coppa regione


Un grave lutto ha colpito gli appassionati di calcio monfalconese. E’ venuto a mancare, a seguito di una malattia, a quasi 50 anni (li avrebbe compiuti a settembre) Roberto (Beba) Milan. Ex giocatore prima con il Vermegliano assieme a Carlo Furlan, Iacoviello, Derman, Mazzilli e tanti altre salendo dalla Terza alla Prima categoria in due stagioni sotto la guida tecnica di Franco Murra, conquistando i play-off e vincendo anche la Coppa Regione con mister Gianni Ghermi.

Roberto era un gran persona conosciuto da tutti soprattutto nell’ambito monfalconese. Lascia la moglie e il figlio Alessandro, attualmente al Mladost, nonché i fratelli Ivano e Maurizio , mamma Elisa e il papà Giorgio.

Così lo ricorda il presidente dell’Ufm Rodolfo Lugli: “Era un ragazzo splendido, altruista, eccezionale, con tutte le più belle virtù di un ragazzo sfortunatissimo, molto legato con i due fratelli Ivano e Maurizio. Assieme hanno fato del bene a tutti, no soltanto nel mondo dello sport. Roberto era pure un campione di vela e appassionato di moto. Era molto creativo, ciò che vedeva con gli occhi lo trasformava in realtà”.

Si accoda anche il vice presidente dell’Ufm Roberto Visintin nel ricordarlo: “E’ mancato un amico di tutti nel monfalconese, sportivo in generale, dal calcio, alla vela, al motociclismo. Cosa dire? Ci lascia un ragazzo di 49 anni che avrebbe potuto essere ancora tra noi, sembrava avesse superato la crisi ed invece non ce l’ha fatta. era sempre attivo in alcune manifestazioni, tra cui “Una splendida giornata”, seguita da molte persone sposata appieno. Aveva la sua azienda in parallelo alla Imper del padre Giorgio e del fratello Ivano”.

La redazione di Friuligol è vicina alla famiglia Milan, una famiglia speciale, ai cari, agli amici di Roberto in questo momento di tristezza e dolore.

IL RICORDO DI FAMIGLIA - Questa é la foto per il 100esimo gol di Ivano con la Fincantieri. Roberto è vicino al papà Giorgio, Roberto (con la maglia nera), Ivano, Maurizio e la mamma Elisa.

https://i.imgur.com/mpLtqru.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...






ISONTINO - Marco Piscopo alla Juventina

Non sono molte le novità di questo lunedì, se non il colpaccio della Juventina che si è assicurata le prestazioni di Marco Piscopo, da poco “silurato” dai cugini d’ol...leggi
06/07/2020




MLADOST - Andrea Cossar al volante

Cambio della guardia ai vertici societari del Mladost con le dimissioni per motivi personali di Nordio Gergolet, al suo posto sullo scranno di comando siede ora ...leggi
02/07/2020






LND - Serie D e C femminile maglie personalizzate

I numeri di maglia personalizzati nei dilettanti sono già autorizzati ma finora si limitavano appunto a mantenere quel determinato numero scelto per tutta la stagione. Dalla prossima, e solo per la serie D, oltre al...leggi
29/06/2020

GRADESE - Novati rimane

Alla Gradese i “mamoli”: è il pensiero del diesse dei lagunari Christian Ghirardo, intento ad organizzare una squadra di una cittadina che vive molto sull’apporto degli sponsor e c...leggi
29/06/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,43791 secondi