Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ARZINO - Chieu: ci sono tutti i presupposti per restare

Il tecnico giallo-azzurro è soddisfatto del suo primo anno: "Abbiamo fatto un bel percorso di crescita, siamo sulla strada giusta"


Un anno bello ma sfortunato per Giuseppe Chieu, tecnico dell'Arzino, che non ha potuto concludere sul campo la sua prima stagione sulla panchina giallazzurra. L'allenatore si ritiene soddisfatto ed è fiducioso per il futuro.

LA STAGIONE - "L'anno, almeno sul campo, è stato positivo. Abbiamo fatto un bel percorso di crescita ed i risultati ci hanno dato ragione. C'è ancora da migliorare ma sicuramente siamo sulla strada giusta".

RICONFERMA - "Devo ancora incontrarmi con la società ma direi che ci sono tutti i presupposti. Questo per me era il primo anno ed ho avuto molte soddisfazioni. L'unico rammarico è per come si è chiuso il campionato ma non si poteva fare altrimenti. Sarebbe stato meglio chiuderlo sul campo".

SECONDA B - "E' stato il mio primo anno in questo girone e non conoscevo molto tutte le realtà. Mi sono trovato bene, è un campionato equilibrato, ci sono quattro cinque eccellenze ma in ogni zona della classifica c'è da lottare".

SQUADRE MIGLIORI - "Ce ne sono tante: le prime della classe, Mereto e Pagnacco mi hanno certamente impressionato più delle altre".

OBIETTIVI FUTURI - "Ai miei calciatori dò sempre il compito di migliorarsi sempre, anche solo sotto il punto di vista delle prestazioni. I risultati hanno tante variabili e vedremo quello che succederà. Quest'anno dovevamo conquistare una salvezza tranquilla e l'abbiamo centrata ampiamente, per la prossima stagione vedremo se e come verrà riconfermata la squadra".

SALTO DI QUALITA' - "Ci manca un po' di solidità difensiva prima di tutto. Sicuramente poi ci sono dei dettagli da aggiustare ma la sicurezza nella retroguardia è fondamentale. Cercheremo un innesto o al massimo una soluzione diversa a livello tattico".

IL DERBY - "Sono state due bellissime sfide che abbiamo vinto in entrambi i casi. E' un derby sentito perchè siamo veramente vicini ed addirittura molti giocatori di ambedue le squadre abitano nello stesso comune".

SETTORE GIOVANILE - "Nonostante la vallata sia sfortunata a livello logistico, la società sta facendo un bellissimo lavoro con i ragazzi del territorio. Ci sono tutte le squadre dell'attività di base più una squadra di Esordienti, considerando i numeri del bacino è una realtà importante".

PRESIDENTE TOSONI - "Mi sono trovato molto bene con lui. Essendo nativo di un paesino qui vicino ci conosciamo da tanti anni ed ho mosso i primi passi nel settore giovanile, l'ambiente è familiare".


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...













CASARSA - Il primo botto è Paciulli

Il colpo grosso non è quello di Umberto Smaila bensì il più recente e di tutt’altra caratteristica messo a segno da Joseph Fogolin, attuale direttore sportivo del Casarsa...leggi
21/06/2020

V. RAUSCEDO - Telha: cerco squadre ambiziose

Valigie in mano per il talentuoso esterno alto Francesco Telha, che dopo sei anni al Vivai Rauscedo, conditi da una promozione, è in cerca di nuovi stimoli e perchè no, un esordio in ...leggi
17/06/2020





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,41629 secondi