Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


CJARLINS MUZANE - Zanutta: coraggio, torniamo alla normalità

Il presidente del club friulano parla di serie D, del successore di Moras, delle novità nella rosa della prima squadra (Fabbro ha salutato, capitan Migliorini è in bilico...) e lancia un messaggio alla Federcalcio: "Ripartiamo in un quadro chiaro e con norme attuabili e sostenibili dai club"

E' un Vincenzo Zanutta pimpante e volitivo quello che, in questi giorni, si sta occupando anche del suo Cjarlins Muzane. Il presidentissimo attende segnali coerenti e chiari dalla Federcalcio, e nel mentre è all'opera per trovare il successore di Massimiliano Moras, oltre che per gestire una rosa della prima squadra in gran parte confermata ma - come accade al termine di ogni stagione - da mettere a punto, ritoccare e, possibilmente, migliorare. 
Il patron spiega: "E' stato un fulmine a ciel sereno la partenza di Massimiliano Moras il quale, giustamente, ambiva a un passaggio a livello professionistico; tuttavia non ci aspettavamo di dover cambiare il timoniere con una squadra praticamente fatta. Adesso sto cercando l'allenatore adatto a questa squadra per non buttare via quello che si è costruito in questi anni: da qui la difficoltà a chiudere il cerchio. Sono diversi i tecnici che stiamo sondando, da Rossitto a Sandrin, da Bertino allo stesso Zironelli... Si tratta di soluzioni e programmazioni diverse, ma con un filo conduttore comune che è l'ossatura della squadra da cui ripartiremo. Servirà perciò ancora qualche giorno per prendere una decisione in merito al tecnico e al relativo staff". 

Come sarà il prossimo campionato di serie D. Alcune indiscrezioni, ad esempio, darebbero per barcollante anche una tradizionale protagonista come l'Este...
"Le voci che circolano sono contrastanti, vanno prese con beneficio d'inventario, penso di poter dire che c'è un gruppo di società che si sta rafforzando in maniera importante, ossia Chioggia, Luparense, Adriese, il Trento se verrà nel nostro girone. C'è invece un altro gruppo di realtà che sta cercando di capire cosa è successo e come farvi fronte. Ciò mi porta a immaginare che il prossimo sarà un campionato spaccato in due, tra chi punterà al vertice e chi vi prenderà parte alla si salvi chi può. Quello che aspettiamo è soprattutto chiarezza e risposte dalla Federazione: quando e come cominceremo, e con quali regolamenti per poter riuscire a rientrare nella normalità dell'attività quando ancora il Coronavirus non era comparso?".

In proposito Vincenzo Zanutta suona la carica: "Speriamo veramente che si possa ripartire dal primo luglio con la nuova stagione, con gli allenamenti, come si faceva in passato, reputo che non dobbiamo fasciarci la testa per quello che potrebbe capitare, a forza di dire che domani potrebbe piovere prima o dopo capita anche che piove... Serve coraggio, ripartiamo con qualche cautela sì, ma con accorgimenti di buon senso, attuabili e sostenibili dai club. Bisogna avere il coraggio di tornare a fare quello che facevamo prima". 

Capitolo calciatori. Cosa sta maturando al Cjarlins Muzane? "Voglio dare continuità alla squadra, ci sarà qualche saluto, a cominciare da quello del totem Fabbro, che tornerà in Lombardia; per quanto riguarda gli altri siamo in corso di definizione, abbiamo il capitano, Migliorini, confermatissimo, che però dovrà fare una scelta di vita visto che potrebbe andare a lavorare a Milano: attendiamo con trepidazione la sua decisione sperando che resti con noi. Per intanto abbiamo già stretto la mano con Kabine, Santi, Buratto, Longato e Spetic, il quale compirà i quarant'anni con noi, l'ossatura della formazione quindi resterà immutata. Carlevaris? Ci interessava già l'anno scorso, ma se ha la prospettiva di salire in serie C è giusto che vada tra i professionisti e scelga, quindi, la Virtus Verona. Il capitolo dei fuoriquota è ancora tutto da vedere, sono per altro convinto che 4-5 dei nostri 2002 potranno far parte della rosa della prima squadra. Speriamo che si riparta presto e, anche, al galoppo". 

Friuli in Gol Mercoledì - 2020-06-03
Ascolta la puntata
Clicca qui

https://i.imgur.com/FvMxN9T.jpg

Friuli in Gol "la regjon tal baloon"
Da 14 anni tutto il calcio Dilettantistico, Giovanile e Amatoriale in Friuli Venezia Giulia ce lo racconta Franco Poiana sulle nostre frequenze tra ospiti competenti e pubblico appassionato! Intervista al Presidente del Cjarlins Muzane, dott. Vincenzo Zanutta: "Coraggio, torniamo alla normalità", parla di serie D, del successore di Moras, delle prime novità nella rosa della prima squadra.  Ascolta la puntata.

https://i.imgur.com/OKD27N8.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...













ATLETICO GRIFONE - Finisce un'era a Forgaria

E' un Tommaso Collino con gli occhi lucidi quello che annuncia la fine di un percorso iniziato 11 anni fa e che ha visto l'Atletico Grifone, la piccola compagine di Forgaria, sfiorare addi...leggi
07/07/2020


SANTAMARIA - E' Busato il prescelto

Chiarandini ha tracciato il solco. E sono stati anni indimenticabili, quelli del fantasista prima (quando stava in campo) e condottiero poi. Un quadriennio non banale: una doppia promozione, anche una retrocessione certo, ...leggi
03/07/2020




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,41136 secondi