Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Gautieri: saranno play off? Allora vinciamoli!

Il tecnico alabardato si confessa: "Quanto accaduto ha inciso sulla vita delle persone, ora però c'è voglia di tornare a giocare. E noi di vincere per andare in B"

Lo scatto era una delle sue caratteristiche, quando sgroppava sulle fasce in qualità di ala (o tornante...ditela come preferite). E per farlo doveva mantenere la linea con attenzione. Cosa a cui tiene ancora ora, tanto che – appena iniziata la fase due derivante dal lockdown – è subito scattato per farsi e fare quotidianamente delle corse. Fattore che ha permesso al tecnico della Triestina, quel Carmine Gautieri rimasto a Trieste per tutto il periodo di confinamento e post-quarantena, di notare una maggiore voglia di muoversi nel modo giusto da parte della gente. “Quanto è successo, ha fatto percepire la vita in modo diverso alle persone – ha avuto modo di affermare l'ex giocatore professionista – e ho visto la voglia di tornare a fare sport proprio per questo. Mi fa decisamente piacere”. Quanto alla sua squadra, il tecnico campano sostiene: “Abbiamo ricominciato gli allenamenti con chi era a Trieste. Nel frattempo sono rientrati coloro, che – appena ci si era potuti muovere – erano tornati dalla loro famiglie con il permesso della società. Perciò, una volta al completo, dobbiamo darci dentro con il lavoro per farci trovare pronti qualora si tornasse a giocare. Bisogna aspettare il prossimo consiglio federale per la decisione finale, ma la strada sembra quella di scendere in campo per dar vita ai play-off. E quindi avremmo una bella occasione per cercare di salire in serie B”.

A proposito di cadetteria, si parla tanto di riformare “el balon” nazionale, cadendo nello specifico su una B1 e una B2 o una C Elite con a cascata una C o una C2 (semi) dilettantistica. “Ho parlato al telefono con Tommasi dell'Aic sul finire della scorsa settimana – aggiunge Gautieri, compagno del presidente dell'associazione calciatori ai tempi della Roma e di elementi come Eusebio Di Francesco, Matuzalem e del muggesano Hubner nel Piacenza – e gli ho detto che se Triestina-Cesena ha fatto 5 mila spettatori in serie C, ne farebbe diecimila in B. Un qualcosa va fatto di conseguenza. Anche perchè molti presidenti sono imprenditori e se ora sono alle prese con gli effetti del coronavirus nelle loro società (lavorative), è normale che non potranno investire nel calcio. Ho sentito pure alcuni allenatori dell'Interregionale e mi dicevano, che molti giocatori facevano molta fatica ad arrivare a fine mese già prima dello stop. Figuriamoci poi con il blocco o il taglio degli stipendi....E inoltre vanno considerati tutti i lavoratori che stanno dietro alle quinte e dell'indotto. Noi, tra l'altro, potremmo fare benissimo la serie B con la rosa attuale, visto che molti nostri calciatori l'hanno già affrontata con risultati positivi”.
Infine una battuta sulla ripartenza della serie A (vero traino per la ripresa della C): “La Lazio è quella che ha mostrato il calcio più piacevole grazie alle ottime capacità di Simone Inzaghi e il presidente Lotito può ben che sperare di giocarsi lo scudetto fino in fondo. Però è anche vero, che la Juventus ha una rosa più ampia e profonda e questa sarà una dote importante in vista dell'affrontare molte gare in poco tempo. In ogni caso mi aspetto un bel duello fino alla fine”.

Massimo Laudani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...









LND - Serie D e C femminile maglie personalizzate

I numeri di maglia personalizzati nei dilettanti sono già autorizzati ma finora si limitavano appunto a mantenere quel determinato numero scelto per tutta la stagione. Dalla prossima, e solo per la serie D, oltre al...leggi
29/06/2020


IPOTESI 1 - Eccellenza, 20 squadre o due gironi?

Avere un girone unico di 20 squadre è intrigante e molto competitivo, ma allo stesso momento dispendioso in fatto di un maggior numero di gare e relativi costi, considerando anche alcuni turni infrasettimanali. Al momento le indicaz...leggi
28/06/2020








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,40313 secondi