Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


FUSIONE - E' decollato il nuovo Maniago Vajont

Entusiasmo crescente nella pedemontana pordenonese. La presidenza a Paolo Piccoli, al suo fianco i vice Cristofoli e Bracci. Mussoletto in panchina, Turchetto uomo mercato

Superato il passaggio a vuoto della scorsa estate, il calcio maniaghese si appresta ad una nuova pagina e verrà rappresentato da una nuova realtà, frutto dell’accordo tra Maniagolibero, Ricreatorio Maniago e Vajont. La neonata Asd Maniago Vajont ha emesso i primi vagiti nei giorni scorsi, trovando l’appoggio, l’entusiasmo e l’ardore delle tre componenti dirigenziali. Una svolta per la pedemontana pordenonese che in passato venne caldeggiata dall’ex presidente Demetrio Rovere, per ricreare il giusto entusiasmo in una zona prodiga di valori prima di tutto umani e poi calcistici, con antiche tradizioni pedatorie e capace di contare su un vasto bacino d’utenza. Finalmente, ci permettiamo di aggiungere ai tempi attuali, è un passaggio da rimarcare, da perseguire, ma soprattutto da sostenere a gran voce. Assente ingiustificato il Calcio Maniago, che rimarrà ai bordi del progetto, camminando da solo. Dopo la lunga trattiva, la svolta con le nomine dei nuovi dirigenti: il presidente Paolo Piccoli, in passato già patron del Maniagolibero, i vice presidenti Leo Cristofoli e Daniele Bracci, quest’ultimo smessa la casacca di arbitro, si è gettato a capofitto nel ruolo dirigenziale con lucida passione. A condurre le danze sul mercato ci sarà Cristian Turchetto, ex direttore sportivo del Vajont. Altra figura di rilievo, con compiti di supervisore dei tecnici, Giuliano Gregolin. Guiderà la squadra in plancia di comando Giovanni Mussoletto, voluto fortemente dalla dirigenza per guidare la formazione di Promozione ad un'onesta salvezza con un occhio di riguardo alle casse sociali. Sarà valorizzata la cantera  del Ricreatorio Maniago, sapientemente gestita da Nicola Zoccoletto e dal suo entourage, che conta su circa 260 ragazzi.
Una crescita vertiginosa per una società che nella stagione 2014/2015 contava soltanto 50 ragazzi ed ora destinata ad allargarsi ulteriormente nei piani del nuovo sodalizio impegnato a creare un punto di riferimento nella zona,  già affiliata anche al Pordenone Calcio, in grado di elevare il proprio percorso diventando il polo di attrazione per la crescita dei ragazzi del territorio. Il settore giovanile avrà ampi spazi a disposizione potendo contare sull’utilizzo degli impianti sportivi di Maniago, Vajont e Montereale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

https://i.imgur.com/wejfAGh.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...









PANCHINE - Per il Villanova ipotesi Bernardo

Sarebbe un colpo importante per la formazione pordenonese a dimostrazione che le diverse partenza di giocatori verso altri lidi non hanno certo fatto balenare l’idea di un ridimensionamento ai ve...leggi
08/07/2020






SACILESE - Il grande ritorno di Matteo Zusso

Dopo una lunga ed estenuante trattativa la Sacilese ha messo a segno un gran colpo con la firma sul modulo di tesseramento di Matteo Zusso, centrocampista dell’87 con il vizietto del gol. ...leggi
02/07/2020


SPAL - Brichese e Mazzapica i primi arrivi

I primi due arrivi ufficiali in giallorosso sono astati già presentati nella sede della Spal Cordovado. Si tratta dell’estremo difensore Alessandro Mazzapica, classe 2002, formatosi nelle giov...leggi
02/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,40443 secondi