Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


POGGIO - Cernic: promuovere le società attrezzate di Terza in Seconda

Il presidente isontino lancia le sue proposte per la ripartenza del calcio dilettantistico: "Più derby e meno viaggi lunghi"

In Terza Categoria i dubbi attanagliano ancora i presidenti, che si sentono poco aiutati dalla Figc. Ce l'ha spiegato il patron del Poggio, Davide Cernic, che ha proposto la sua ricetta per far ripartire in maniera più entusiasmante e facile, soprattutto dal punto di vista societario, il calcio dilettantistico.

POST COVID - "Siamo reduci da mesi in cui nessuno di noi ha fatto attività ma soprattutto ad oggi non può ancora organizzare le consuete funzioni di autofinanziamento. Tantissime squadre, come la nostra, vivevano di tornei e sagre che attualmente non possono svolgersi. Abbiamo chiesto alla Figc un forte segnale  di speranza per noi presidenti, affinchè si possa tornare a livelli significativi di agonismo e prosperità".

RAPPORTI TRA SOCIETA' - "C'è un intenso dialogo con le altre società, anche in prospettiva di una voce che parlava di una promozione in Seconda per tutte le squadre di Terza, idea sulla quale speriamo tanto perchè potrebbe creare maggiori entrate ed incassi, che dopo l'emergenza Covid sarebbe una manna dal cielo. E' ora che si parli di gironi circoscritti alle varie zone della regione, perchè far girare i ragazzi da Trieste ad Udine e poi a Codroipo non è il massimo".

DIALOGO CON LA FIGC - "Per mesi non siamo stati mai ascoltati: è comprensibile nel pieno dell'emergenza, ma nell'ultimo mese e mezzo qualcosa in più si sarebbe potuta fare. Stiamo cercando di recuperare il tempo perso nella speranza di poter dare un futuro alle nostre società. Negli ultimi giorni  abbiamo ascoltato alcune personalità della Federazione che stanno cercando di operare, ma li sentiamo ancora indecisi ed insicuri circa le decisioni da prendere".

JUNIORES IN SECONDA CATEGORIA - "Questa idea mi incute un grande timore. La Terza Categoria racchiude tanti atleti che si impegnano ad allenarsi per tre giorni a settimana oltre a disputare la partita domenicale, quindi noi reputiamo necessario ed importante promuovere dalla Terza le squadre che abbiano una struttura in grado di partecipare al campionato di Seconda. Non ci interessa diventare un Campionato Amatori Plus".

PROPOSTA - "Dopo la grande crisi provocata dal Coronavirus bisognerebbe portare le migliori società di Terza direttamente in Seconda, in modo da costruire un campionato zonale in cui si creino tornei di meno squadre ma della stessa provincia ed in cui si possano vedere derby ed agonismo in grado di arricchirci moralmente ed economicamente".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



MLADOST - Andrea Cossar al volante

Cambio della guardia ai vertici societari del Mladost con le dimissioni per motivi personali di Nordio Gergolet, al suo posto sullo scranno di comando siede ora ...leggi
02/07/2020





LND - Serie D e C femminile maglie personalizzate

I numeri di maglia personalizzati nei dilettanti sono già autorizzati ma finora si limitavano appunto a mantenere quel determinato numero scelto per tutta la stagione. Dalla prossima, e solo per la serie D, oltre al...leggi
29/06/2020

GRADESE - Novati rimane

Alla Gradese i “mamoli”: è il pensiero del diesse dei lagunari Christian Ghirardo, intento ad organizzare una squadra di una cittadina che vive molto sull’apporto degli sponsor e c...leggi
29/06/2020



IPOTESI 1 - Eccellenza, 20 squadre o due gironi?

Avere un girone unico di 20 squadre è intrigante e molto competitivo, ma allo stesso momento dispendioso in fatto di un maggior numero di gare e relativi costi, considerando anche alcuni turni infrasettimanali. Al momento le indicaz...leggi
28/06/2020





LUTTO - Sergio Clemente lascia un vuoto

Una grande passione per il calcio, soprattutto dei piccoli virgulti, stroncata all’età di 67 anni. Una malattia che l’aveva colpito due anni fa ha fatto chiudere gli occhi definitiva...leggi
26/06/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,35399 secondi