Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SPAL CORDOVADO - Toneguzzo: spero che tutti ridimensionino le spese

Il presidente giallorosso si prepara al campionato d'Eccellenza da neopromosso: "Da domani partiremo con l'allestimento della squadra"



Al via i preparativi della Spal Cordovado del patron Claudio Toneguzzo, in vista del nuovo campionato d'Eccellenza che li rivedrà protagonisti dopo la promozione appena conquistata. Il presidente appena rieletto si è voluto togliere qualche sassolino, ribadendo quanto questo verdetto sia stato meritato sul campo, oltre a spiegarci le problematiche che si presenteranno nel calcio post Covid.

RINNOVO CARICHE - "Ieri sera ci siamo ritrovati per il rinnovo delle cariche perchè io, il vicepresidente ed alcuni consiglieri eravamo in scadenza. Siamo passati da cinque a diciassette persone che comporranno il Consiglio che dunque si è allargato per far fronte al grande lavoro di cui ha bisogno la Spal Cordovado".

RIELEZIONE - "Per un periodo ho avuto il pensiero di lasciare la presidenza a causa del lavoro che mi tiene molto impegnato, ma non potevo lasciare a metà il lavoro iniziato tre anni fa. Ringrazio chi mi ha supportato e continuerà farlo, oltre a tutto il Consiglio Direttivo che può vantare due nuove figure mai esistite nel calcio cordovadese ossia due quote rosa, Daniela Gottardo e Linda Clapiz, che ci daranno una grossa mano".

ECCELLENZA - "Aspettiamo le linee guida che ci arriveranno. Sarà sicuramente un campionato difficilissimo e penso che dovremo scordarci i risultati ottenuti nella passata stagione, che è stata strepitosa. Nonostante ciò che si dice in giro penso che la nostra promozione sia meritata, anche se con otto giornate non disputate. Nel corso del campionato anche chi ci aveva raggiunto poi ha mollato ed il distacco si è ripresentato. Ci hanno dato dei gradassi ma non è assolutamente così, come c'è anche chi ha parlato di "regalo della Federazione", niente di più falso. La Federazione è stata in linea con quello che è stato imposto da Roma".

CAMPIONATO - "Dipenderà tanto da quando inizieremo. Un girone unico con venti squadre sarebbe bello ma difficile, ma penso che ci siano poche cose facili nella vita e chi ha davvero tanta passione va oltre le difficoltà. Se il campionato inizierà in ritardo bisognerà ovviamente rivedere la forma ma sono convinto che la Federazione saprà trovare il modo per gestire al meglio questo campionato".

INGAGGI - "Abbiamo parlato con i nostri ragazzi, spiegando quali problemi finanziari ha portato il Covid. Il prossimo anno verranno a mancare tanti fondi e dovremo ridimensionarci un po' tutti. Devo purtroppo constatare che c'è ancora chi sfrutta questa situazione e vede il calcio come un mero business o per fare la bella vita. Mi permetto di dirlo perchè pago dei dipendenti che mi fanno fatturare, quello è lavoro, il calcio per me deve rimanere divertimento. E' un messaggio che vorrei passasse a tutti, bisognerebbe limitarsi ad un giusto rimborso spese ma nulla di più, non mi piace che venga visto come un lavoro".

CALCIOMERCATO - "Martino Perazzolo e Massimiliano Biasutti sono già all'opera e da domani inizieranno i colloqui con i ragazzi da confermare. Spero che tutti gli amici presidenti facciano vedere che il calcio sta cambiando, ridimensionando le spese. E' giusto che a casa propria ognuno si comporta come ritiene più giusto ma bisogna dare un segnale perchè c'è gente che se ne approfitta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/06/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,23796 secondi