Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SACILESE - Il ritorno di Zusso: essere qui mi dà ulteriori motivazioni

Il centrocampista torna a giocare nel capoluogo liventino, laddove esordì a sedici anni: "Ho rivissuto i momenti in cui mio padre mi accompagnava allo stadio e nel 2021 mio figlio mi guarderà giocare con la maglia che mi ha fatto esordire, sarà un'emozione unica"

Il ritorno di Matteo Zusso fa felici un po' tutti. Gioia tra i tifosi che lo videro esordire a soli sedici anni e grande emozione per il centrocampista che torna dove tutto partì. Quando in ballo ci sono tutti questi stimoli la categoria non conta: sia in Promozione che in Eccellenza, Zusso è pronto ad infiammare lo stadio "XXV Aprile".

RITORNO - "Quando sono arrivato allo stadio ho rivissuto i bei momenti della mia infanzia, quando mio padre mi portava a giocare nelle giovanili. Entrare e vedere questo stadio storico mi ha dato delle ulteriori motivazioni ed ha confermato la convinzione di tornare a Sacile".

CATEGORIA - "Il calcio regala gioie, emozioni ma anche sacrifici e sofferenze che si possono provare in qualsiasi categoria. Ovviamente siamo pronti all'Eccellenza e speriamo nel ripescaggio perchè la società lavora bene, ma se ci sarà da fare la Promozione la conquisteremo con grinta ed impegno".

CARRIERA - "Sono fiero della mia carriera perchè non sono mai retrocesso. Nella mia bacheca spicca la Coppa Italia col Chions, dove ho passato tre anni fantastici e la vittore del campionato d'Eccellenza a Cordenons".

FONTANAFREDDA - "Mi sono sempre lasciato bene con tutti i presidenti che ho avuto ed anche a Fontanafredda è stato così. Sono una persona chiara e trasparente quindi penso che queste caratteristiche evitino fraintendimenti. Devo ringraziare il presidente Muranella perchè è un grande presidente ma anche una grandissima persona. E' sempre presente e vicino ad ogni calciatore quindi lo stimo tantissimo. Lui ha capito la mia scelta e gli sarò grato per sempre perchè è grazie a lui che ha creduto in me tanti anni fa se sono arrivato qui".

COMPAGNI RITROVATI - "Ritrovo amici con la a maiuscola e compagni di calcio che si sacrificano nel lavoro e non si tirano mai indietro. Sono felicissimo di condividere con loro altri anni di carriera. Spero di portare a questa squadra un po' di esperienza e di imparare ancora anche a quest'età".
ZANIER - "Quando ha saputo che ci sarebbe stata una possibilità di tornare a giocare insieme mi ha subito contattato. Anche io un paio di anni fa ho provato a convincerlo a giocare insieme a me perchè il mio motto è prima le persone e poi i giocatori. Sono contento che difenda la nostra porta quest'anno".

DEDICA SPECIALE - "Nel 2021 avrò un tifoso in più che mi guarderà giocare allo stadio dove ho esordito a sedici anni e sarà il mio primo figlio, che arriverà tra noi a dicembre. Ho le lacrime agli occhi al solo pensiero e non vedo l'ora di vederlo insieme alla mia compagna Alice che mi supporta sempre, sarà un'emozione unica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/07/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,23848 secondi