Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LA VOCE DELLA TERZA - Un gruppo di presidenti per un fronte comune

Primo incontro nella sede del Poggio per discutere le problematiche intrinseche. Il documento da sottoporre alla Figc regionale per la soppressione della categoria “promuovendo” tutte in Seconda


Riceviamo e volentieri riportiamo il comunicato di alcune società di Terza Categoria (Poggio, Villesse, Mossa, Castions, Alabarda e Pieris), che chiedono a gran voce la soppressione della Terza Categoria in quanto, a loro dire, non sarebbe più sostenibile dopo la crisi scaturita dal Covid.

*********
"La pandemia che ha determinato l’arresto di tutte le attività sportive in Italia, ha colpito con durezza anche il calcio in Friuli-Venezia Giulia. Una nota, quella di diversi presidenti della Terza Categoria, che evidenzia come parte importante dei previsti ricavi nel 2019/2020 siano svaniti con i cancelli chiusi dei campi e dei chioschi deserti. E questo a fronte di spese sostenute per l’intero campionato (assicurazione, visite mediche, tassa di iscrizione…).
E’ stato evidenziato come sia complessa la ripartenza, soprattutto per le squadre che partono dalla categoria più bassa. L’impossibilità di autofinanziarsi con i consueti tornei e feste e come subisca la crisi il mondo economico che pure aiutava a sostenere i costi con piccole sponsorizzazioni.
Laddove sono già confermati gironi e numero di squadre componenti, nessuna comunicazione è giunta per la Terza Categoria.
Sono tanti i presidenti di Terza Categoria che sentono l’esigenza di confrontarsi con i dirigenti della FIGC Regionale per raccontare la loro storia e le difficoltà vissute in questi tempi.
Ad un primo incontro svolto a Poggio Terza Armata di questo si è discusso.
Oggi la Terza Categoria non è in grado di ripartire. Gli spostamenti richiesti alle squadre sono continui e coprono parte importante della regione, le spese così crescono e i pericoli per i giocatori pure. Raccogliere squadre nella Bassa Friulana, a Trieste, nel Goriziano e ad Udine per poter confezionare un campionato 16 squadre, non è più possibile dopo ciò che abbiamo vissuto con il lockdown per il Covid-19.
Troppe le spese come citato, ma soprattutto un tracollo dell’interesse e degli incassi che colpisce i biglietti venduti e le entrate dei chioschi. Il pubblico non segue le squadre con trasferte così lunghe e spesso anche il pubblico di casa non sente il calore di sfide che non hanno alcuna storia, nessuna “epica impresa” da ricordare del passato.
Sono apparse come stravaganti e per taluni dannose le visioni lette sui giornali di una terza categoria ponte con il mondo amatoriale o accogliente squadre Juniores provinciali.
I presenti all’incontro propongono con forza la soppressione della Terza Categoria a favore della creazione di una Seconda Categoria territoriale. Questo significherebbe tanti chilometri in meno per le trasferte per giocatori e tifosi, ma soprattutto numerosissimi derby, gare tra società che per decenni si sono sfidate con grande passione. Un guadagno certo di attenzione per le squadre di terza e seconda che registrerebbero marcate crescite di introiti con la vendita dei biglietti e i bar. Questo permetterebbe anche un ritorno dei piccoli sponsor interessati alla territorialità delle gare.


Da questo incontro i presenti si impegnano a contattare tutti i presidenti di Terza categoria per creare un unico fronte per un documento comune e richiedere un incontro con gli esponenti della FIGC regionale".
L’incontro si è svolto il giorno 29 giugno (18.30) presso la sede dell'ASD Poggio con presenti una ventina di dirigenti sportivi. Le squadre presenti:
ASD Poggio –
ASD Mossa –
ASD Villesse –
ASD Castions –
ASD Alabarda –
ASD Pieris –

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/07/2020
 

Altri articoli dalla provincia...




ESTERO - Il Covid ritarda la serie A slovena

Il Covid - 19 non è per nulla debellato. Anzi. Ne sa qualcosa la vicina Slovenia, che ha visto nuovamente impennare i contagi verso cifre preoccupanti. Di questa situazione ha risentito anche il campionato di calcio...leggi
12/08/2020


SOVODNJE - C'è Zanier per la porta

Cambio di destinazione per il portiere classe ’99 Anej Zanier. L’ex Pro Gorizia, Sistiana e, nelle ultime due stagioni, con gli sloveni del Tabor Sežana, inizialmente pare...leggi
11/08/2020





LA FORTEZZA - Il ritorno di Mauro Musig

Dopo due anni dall’ultima esperienza, la compagine gradiscana decide di riaffidare la gestione tecnica a mister Mauro Musig per cercare di rivitalizzare l'ambiente dopo l'ultima ...leggi
02/08/2020








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,65181 secondi