Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


OL3 DAY - Successo e grande partecipazione: coinvolti oltre 50 atleti

La festa del settore giovanile e della scuola calcio arancioneri ha riscosso grande approvazione, il tutto nel pieno rispetto dei protocolli anti Covid: "Siamo soddisfatti di aver soddisfatto la "fame di gioco" dei nostri ragazzi"

Con la festa di venerdì, denominata “OL3 Day“, dopo due settimane sono terminati gli allenamenti dei ragazzi del settore giovanile e della Scuola Calcio. Il Presidente Franco Bertossi: “Creare le condizioni per fare calcio è una delle cose che ci riesce meglio”. Imminenti i lavori per il nuovo sintetico
Su un terreno reso perfetto dalla forzata inattività, dopo un’ora abbondante di calcio giocato, il pomeriggio di venerdì 31 luglio  si è concluso con un saluto da parte della società rappresentata dal presidente Bertossi e dal vice Zuccaccia: ”Una delle cose che ci riesce meglio è creare le condizioni per trovarci sul campo e fare calcio - ha esordito il massimo dirigente –. L’augurio è di riprendere presto per fare pienamente quello che sappiamo fare in maniera libera e senza limitazioni, pur in un contesto reso difficile sia dalla situazione legata alla pandemia che alle modifiche dei campionati regionali”.
Così si è espresso il vice Daniele Zuccaccia: "E' stato un bellissimo allenamento condiviso tra tutte le categorie, con giovani atleti compresi dai Primi Calci agli Allievi, divisi in categorie e coinvolti da giochi e partitelle. Abbiamo rispettato tutti i protocolli anti Covid, registrando tutti i partecipanti e misurando la temperatura corporea. Una volta terminato l'allenamento ci siamo seduti sul campo, parlando ai ragazzi ed ai loro genitori. Abbiamo fatto un camp con picchi giornalieri intorno ai cinquanta ragazzi divisi per categorie, sono stati coinvolti dodici mister e tutto ha funzionato alla perfezione. Abbiamo sfruttato gli spalti per poter contenere tutti i genitori in piena sicurezza e con il distanziamento sociale, riaprendo il chiosco per l'occasione. Qualche elemento della prima squadra è venuto ad aiutare i nostri allenatori e dirigenti durante gli allenamenti e questo ovviamente ha fatto piacere a tutti. Sicuramente la sosta forzata durante la quarantena ha contribuito a coinvolgere questo numero importante di atleti che, a ridosso delle ferie ed in un anno normale, magari sarebbero stati un po' di meno, ma ci ha fatto immensamente piacere soddisfare la loro "fame di gioco" dei nostri ragazzi".

Ospite gradito anche l’assessore alla Cultura, Sport e Politiche Giovanili Simone Grando, che ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale di Faedis ed ha annunciato l’imminente inizio dei lavori per la realizzazione del campo in sintetico.

La serata si è conclusa con la promessa di rivedersi a settembre per riprendere le attività e poi con un classico grido liberatorio: pizza per tutti!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/lAuNFqC.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 03/08/2020
 

Altri articoli dalla provincia...














OL3 - New entry tecnica nel settore giovanile

Da quando ha smesso di giocare a calcio, dal 2010, Valentina Bernardinis collabora con la Scuola Calcio dell’Ol3. Da quest’anno riveste un ruolo di coordinamento per la sezione dedicata ai più piccoli....leggi
13/07/2020





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08600 secondi