Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


FORTEZZA - Musig: squadra giovane e veloce, faremo bene

Il nuovo tecnico della società gradiscana è contento di questo ritorno: "Non ci ho pensato più di tanto, ho voglia di riscattarmi"



E' tempo di ripartenza per la Fortezza di mister Mauro Musig, che torna a Gradisca dopo l'esperienza nella Rappresentativa di Gorizia. Il tecnico è motivato per il lavoro che li vedrà in campo già da questa settimana, con una squadra che punterà tutto sull'esplosività dei propri ragazzi.

RITORNO - "Nel calcio gli allenatori vanno e vengono però ci tenevo molto alla Fortezza ed avevo lasciato la società nel modo migliore possibile. E' ovvio che quando i risultati non arrivano c'è bisogno di cambiare, è stata una decisione di comune accordo perchè ho sempre messo la squadra al primo posto. Nel momento in cui mi hanno chiesto di tornare non ci ho pensato più di tanto perchè ho voglia di riscattarmi".

MERCATO - "Abbiamo fatto un mercato all'insegna del ringiovanimento, cercando di prendere ragazzi di qualità. Dovevamo rinforzarci, non avendo un settore giovanile, con una rosa non troppo ampia ma neanche carente. Abbiamo costruito una squadra dove anche chi giocherà di meno ha ottime qualità. Ci sono tanti ragazzi del 2000 e penso di poter far bene con loro".

RAPPRESENTATIVA - "Sono due cose completamente diverse, non l'avevo mai fatta e quando me l'hanno proposta non mi sono fatto scappare questa occasione. Abbiamo creato insieme al responsabile del comitato di Gorizia, Antonio Quarta, uno staff composto da tre allenatori: Franco Mauro per i Giovanissimi, io per gli Allievi e Gianluca Mattioli. Si lavorava in completa simbiosi, aiutandoci l'un l'altro: è stato un vero lavoro d'equipe ed i risultati si sono visti, arrivando entrambi in finale, poi io ho vinto ed i Giovanissimi purtroppo hanno perso. Abbiamo selezionato per ogni categoria almeno ottanta ragazzi per costruire una squadra, è stato un lavoro molto interessante. Con i club è diverso: bisogno stare molto più dietro ai ragazzi e preparare gli allenamenti settimanalmente, tenendo conto degli obiettivi e della programmazione".

TALENTI DELLA RAPPRESENTATIVA - "Sono stati tutti ragazzi esemplari, che ci hanno seguito attentamente e con ottime prospettive. Cito il nostro capitano, Alessandro Graziano, che è duttile e farà molto bene in un futuro prossimo. Ce ne sono anche tanti altri ma nomino simbolicamente solo il capitano che è agli UFI dopo una breve parentesi agli Juniores della Pro Gorizia e l'anno prossimo militerà in Terza Categoria".

TATTICA - "Imposterò la squadra sulla velocità, vedendo le caratteristica dei ragazzi che ho a disposizione. Sono ragazzi giovani, veloci e tecnici quindi voglio sfruttare questa caratteristiche. Vedrò in futuro che modulo adottare, attendo prima di amalgamare gli acquisti che arriveranno".

RIPARTENZA - "L'idea era di iniziare questa settimana, perchè la squadra ha bisogno di tanto lavoro ed altre squadre sono già al lavoro. Bisognerà attuare un periodo di recupero graduale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/08/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05952 secondi