Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


IL PERSONAGGIO - Osagiede, dopo la delusione riparte dall'Ubf

Ad una prima riconferma è seguita la doccia fredda del mancato rinnovo dal parte del Sevegliano. Un brutto colpo ma l’attaccante lo ha subito in piedi. Subito trovato l’accordo con la neonata Unione Basso Friuli

Le dichiarazioni di Frank Osagiede, attaccante classe ’93 che a dicembre 2019 è sceso dall’Eccellenza alla Promozione per sposare il progetto del Sevegliano, ma ha ricevuto un trattamento non proprio riconoscente da parte dei gialloblu. Il club udinese a dire dell'italo nigeriano l'ha "sedotto ma poi abbandonato", comunicandogli di interrompere il rapporto nonostante la riconferma arrivata alla fine della scorsta stagione.

FATTI – «Inizialmente avevo confermato al Sevegliano la mia decisione di rimanere con detta società anche per la stagione 2020/21 e avevo ricevuto sicurezze in tal senso, ossia anche da parte della dirigenza c’era volontà di proseguire assieme. Avevo anche rifiutato alcune proposte da altre società proprio perché dovevo rimanere a Sevegliano. A fine luglio invece mi avvisano che nei miei confronti avevano invece deciso di interrompere i rapporti e lasciarmi libero. Ci sono rimasto veramente male, non lo ritengo corretto cambiare versione così tardi affermando di avere altri progetti».

DECISIONE - «A quel punto mi sono guardato in giro e ho ricevuto delle proposte da parte della nuova società Unione Basso Friuli. Dopo una valutazione e una chiacchierata mi hanno convinto ad accettare l’invito ed ora sono dell’Ubf. E’ un bell’ambiente, ottimi compagni di squadra, alcuni già conosciuti e il primo impatto è stato ottimo. Come pure con il mister Simone Vespero, mi ricorda il modus operandi del mio allenatore avuto all’Empoli, tanto feeling con i giocatori e tanta fiducia reciproca».

OBIETTIVI - «Non parlo mai di numeri, di gol, ma prometto vittorie di squadra per raggiungere subito la salvezza e poi puntare ai play-off».

RIPRESA - «Mai stato fermo così tanto nella mia carriera calcistica come quest’anno. E’ stato bellissimo poter tornare in campo, allenarsi, divertirsi. E’ nel mio carattere, non riesco a stare lontano dal pallone».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/08/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07058 secondi