Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


FIUME VENETO - Bortolussi: «Campionato? Rosa ampia, altrimenti paghi»

Il tecnico dei neroverdi deve ancora migliorare alcuni situazioni di gioco non piaciute nei vari test disputati. Sulla preparazione è fiducioso: «Le gambe non girano? E’ fisiologico, non mi pongo il problema». Rosa extra large per iniziare: «Ho chiesto di avere una trentina di giocatori per scegliere i fuoriquota. I campionato è lungo, devi essere attrezzato»

Prosegue la preparazione del Fiume Veneto Bannia in vista della Coppa Italia e del campionato di Eccellenza ed è il tecnico neroverde Roberto Bortolussi a ragguagliarci sui progressi della squadra dopo il test al torneo del Centenario di Sacile

POLLICE SU, POLLICE GIU’ - «Sono contento per come si stanno comportando i ragazzi. Adesso accusiamo un momento di difficoltà a livello fisico. Sabato a Sacile abbiamo giocato discretamente bene il primo tempo, poi ho fatto dei cambi inserendo tanti giovani e quindi è normale e fisiologico che certi ritmi o certe dinamiche siano venute un po’ meno. Ho visto una squadra che sicuramente a livello di gamba ancora non c’è perché non girano a dovere, ma altresì ho visto delle cose positive e altre che bisogna ancora migliorare».

ASPETTO FISICO - «Una cosa positiva qui a Fiume Veneto è che i giocatori vengono seguiti a livello fisico dal preparatore atletico il quale sta lavorando bene. Quindi se le gambe ancora non vanno non mi preoccupo. Il problema era se andavamo a mille adesso, chissà fra 15 giorni come sarebbe stato. Quindi il problema non me lo pongo. Ho visto dei segnali positivi nelle partite, i ragazzi si stanno muovendo discretamente bene, però ho visto anche degli errori e su questi dobbiamo migliorare».

TAPPE - «Questa settimana preferiamo lavorare sugli errori di queste amichevoli disputate, comprese quelle del torneo di sabato, poi il prossimo sabato giocheremo con la Spal Cordovado in Coppa  e perciò non ho inserito altre amichevoli, preferendo far delle partitelle fra di noi, così da recuperare o a migliorare quegli errori che stiamo facendo. Non voglio caricare i ragazzi di impegni, il prossimo sarà la Coppa Italia».

CAMPIONATO - «L'obiettivo è quello di avere dai 20 ai 25 giocatori tutti pronti perché giocando domenica e mercoledì molto spesso, occorre avere una rosa abbondante. Ho chiesto specificatamente di iniziare con 32-33 giocatori per capire quali possano essere i fuoriquota da poter aggregare subito in prima squadra e mi sembra di averli individuati, poi avremo una rosa definita di 23-24 giocatori. Al momento ho un gruppo abbastanza livellato e dovremmo essere pronti per affrontare questo campionato, ma credo sia un problema un po' di tutte le squadre. O sei attrezzato e hai dei doppioni, altrimenti alla lunga paghi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,23541 secondi