Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SANDANIELE - Chiavutta: papa' assistman, il figlio goleador

Il racconto della bellissima storia di Andrea e Thomas, padre e figlio, che indossano la stessa maglietta e fanno la differenza: "Aspettavo da anni questo momento, spero di continuare a festeggiare insieme a lui" dice Andrea, ed il figlio gli fa eco: "Grande feeling fin da subito, attendo altri suoi assist"



E' stato detto e ridetto fino allo sfinimento che il calcio dilettantistico incarna la vera passione ed il vero amore per lo sport, quello senza la contaminazione del vile denaro e degli interessi che orbitano intorno a questo mondo, ma che spesso sono distruttivi. Ma se ci fosse ancora bisogno di conferme, ci viene in aiuto una stupenda storia consumatasi in queste ore, per la precisione tra le fila San Daniele Calcio. Il veterano della squadra biancorossa risponde al nome di Andrea Chiavutta, sandanielese doc classe '73, un concentrato di bravura ed esperienza maturata nel corso della carriera con le maglie di Diana, Forgaria, Fanna, Sacilese, Spilimbergo, Majanese, Atletico Grifone e nelle due parentesi nella squadra del suo paese. Insomma un vero e proprio totem del calcio dilettantistico friulano che all'età di quarantasette anni non ha la minima intenzione di appendere le scarpette al chiodo.

Ma nel San Daniele, da qualche anno, c'è un altro Chiavutta: Thomas. Anche lui esterno d'attacco, anche lui sandanielese doc ed anche lui con doti tecniche degne di nota: tale padre, tale figlio. Il piccolo Thomas (classe 2000), inizia la sua avventura calcistica nelle giovanili, compiendo tutta la trafila del settore biancorosso e seguendo le orme del padre, ma sul più bello un infortunio al tallone ed addirittura una pandemia globale mettono i bastoni tra le ruote, impedendo l'esordio in prima squadra e rimandando il sogno di giocare insieme al suo papà. Domenica scorsa, però, il tallone non doleva più ed il Covid non è riuscito ad intralciare nuovamente quello che il destino aveva già scritto da tempo. Ecco dunque che un match di Coppa Regione contro il Ciconicco diventa un vero e proprio evento da segnare in rosso sul calendario. Finalmente i Chiavutta, padre e figlio, hanno visto coronare il proprio sogno di giocare insieme e tutta la voglia accumulata in questi anni ha portato anche ad uno stupendo gol, grazie ad uno degli innumerevoli cross di Andrea dalla sinistra, che è andato a disegnare la parabola perfetta per Thomas, il quale non si è fatto pregare mettendola dentro. Il match finirà 4-1 per il San Daniele con una doppietta realizzata da Thomas, ma i festeggiamenti non sono dedicati soltanto al rotondo risultato acquisito, ma anche ad una favola che finalmente ha potuto trovare il proprio lieto fine.
Nel post partita abbiamo ascoltato Chiavutta senior e Chiavutta junior, per ascoltare il loro personale ed emozionante racconto.

Andrea: "L'anno scorso per i noti motivi non siamo riusciti a concretizzare questo sogno ma quest'anno, prima del previsto, siamo riusciti a farlo avverare. Abbiamo giocato venticinque minuti assieme ed il destino ha voluto che uno dei due gol realizzati da Thomas sia arrivato grazie ad un mio assist. Sono cose che non ti aspetti ed arrivano in maniera spontanea. Aspettavo da anni questo momento, vedendolo crescere sul campo, ed ora che arrivano le sue prime soddisfazioni personali ed io sono ancora sul campo è davvero il massimo. Spero che per il prosieguo del campionato ci saranno ancora occasioni per continuare a festeggiare insieme a lui ed a tutto il San Daniele che mi dà la possibilità di giocare ancora. Non ho continuato a giocare solo per aspettare mio figlio, ma perchè ho provo ancora piacere nel giocare e nel vivere tutto il campionato insieme alla squadra. Poi giocare con Thomas è sicuramente un incentivo in più. Cerco di dargli meno consigli possibili per non stressarlo troppo, lo lascio libero di esprimersi anche se caratterialmente vorrei fare l'opposto. Domenica non abbiamo parlato più di tanto, forse perchè essendo un match di coppa l'abbiamo sentito un po' di meno, non c'era l'atmosfera del campionato. E' venuta fuori una situazione bella ed inaspettata e forse è stata ancor più bella proprio per questo. Personalmente non mi pongo obiettivi, di solito i cinquant'anni sono un traguardo importante ma spero di continuare anche oltre, anche perchè non ho intenzione di iniziare ad allenare".

Thomas: "Abbiamo trovato subito un grande feeling anche perchè conosco bene il suo modo di giocare. Ha trovato un passaggio preciso e prezioso che mi ha reso davvero contentissimo. Spero di continuare con lui in campo fino alla fine del campionato e spero che mi possa offrire altri assist come quello di domenica. Con lui condivido questa grande passione per il calcio e spesso facciamo arrabbiare mia madre che è contraria e teme per gli infortuni. La passione però va oltre tutto e vedendo quanto il calcio mi rende felice si è convinta anche lei. Tendo a ragionare con la mia testa, ma a volte chiedo qualche consiglio anche a mio padre, per il resto mi arrangio da solo e cerco di ispirarmi ai calciatori che mi piacciono, come Ibra, essendo simpatizzante del Milan anche se non abbiamo le stesse caratteristiche. Gli infortuni che ho avuto mi hanno fatto perdere un po' di precisione nel piede, quindi punto più sulla velocità. Mi alleno molto per essere ambidestro come mio padre, ma per ora cerco di rientrare sul destro e ad andare al tiro. Mi mancava molto giocare e sto cercando di riprendere confidenza con il pallone dopo un anno e mezzo di stop. Quest'anno spero di raggiungere quota trenta gol, punto sempre in alto, anche perchè il mio record è trentasei gol stagionali nelle giovanili, voglio tornare a quelle cifre".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/5YUG5ZW.jpg

https://i.imgur.com/aI3ffpY.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10079 secondi