Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINE CITY - Una stagione per confermarsi e stupire

La presentazione si è tenuta presso il Macron Store dello stadio Friuli ha catalizzato la presenza contemporanea del presidente del CONI Giorgio Brandolin, della Figc Ermes Canciani e dell'Assessore allo Sport del comune di Udine, Antonio Falcone, che si sono detti entusiasti di questo progetto importante. Dulcis in fundo, mister Tita Pittini, che tiene i piedi per terra ma promette: "Affronteremo il campionato con "finta umiltà", obiettivo minimo il raggiungimento dei playoff"

Il progetto Udine City continua senza sosta a vele spiegate e non c'è Covid che tenga perchè l'entusiasmo è, se possibile, aumentato rispetto alla passata stagione. Oltre all'importante campionato di Serie B da affrontare, con tante realtà importanti e ben cinque squadre friulane, la serata di presentazione è stata occasione per riunire le massime cariche dello sport regionale che hanno sottolineato l'importanza sociale, oltre che sportiva, del progetto Udine City che vuole portare sempre più ragazzi a conoscere questo sport e ad affiancarlo al calcio a 11. Abbiamo ascoltato Giorgio Brandolin, presidente CONI, Ermes Canciani in qualità di presidente Figc, Tita Pittini il mister factotum bianconero ed infine l'Assessore allo Sport del Comune di Udine, Antonio Falcone.

BRANDOLIN - "E' stato confermato il grande entusiasmo visto anche alla presentazione dell'anno scorso, poi ho ascoltato con piacere dei progetti molto importanti di sinergia e collaborazione anche con l'Udinese Calcio che mi fa enorme piacere, perchè è quello che serve specialmente in questo periodo. Racconto questo aneddoto legato a questo sport, perchè sono troppo spontaneo: quando ho smesso di giocare a calcio a 11, ed ero già presidente del Ronchi Calcio, mi hanno invitato a giocare a calcio a 5, pensando che sapessi giocarci tranquillamente come nel calcio a 11. E' successo che al primo intervento mi è stato fischiato un fallo discutibile, al secondo mi hanno ammonito ed al terzo sono andato sotto la doccia e non ho mai più giocato a calcio a 5".

CANCIANI - "Sicuramente l'entusiasmo si è moltiplicato, poi qui c'è un personaggio come Tita Pittini che è un valore aggiunto rispetto a tutto il movimento. Mi piace molto il modo di vivere questo sport molto sentito, molto appassionato e molto amato dalla città e da tutto il Friuli-Venezia Giulia. Il calcio a 5 si sta svegliando, le squadre che partecipano al campionato di Serie B sono quasi tutte ben strutturate e già il fatto di poter avere ben cinque squadre in un torneo di tale importanza è un record per una regione piccola come la nostra. Dobbiamo pensare tanto al lavoro per il settore giovanile e mi è piaciuto molto il discorso fatto dal presidente Spina, che vuol portare avanti questa sinergia che anche noi come Federazione vogliamo attuare portando i ragazzi del calcio a 11 in palestra per capire se ci sia la possibilità di continuare questo percorso, ovvero di giocare ad entrambi gli sport. Mi ha molto colpito questo sport perchè è dinamico, fantastico e dove il risultato è in bilico fino all'ultimo momento. La qualità dei calciatori poi è incredibile ed il livello già in Serie B è altissimo, devo dire che cercherò di assistere al maggior numero di gare possibili".

PITTINI - "E' un campionato durissimo, un girone impegnativo con squadroni come Verona e Pordenone, però noi siamo l'Udine City, non abbiamo timori reverenziali, combatteremo sempre all'arma bianca e cercheremo in tutti i modi di raggiungere gli obiettivi che tutta la città si merita e noi siamo molto sensibili a questo tipo di patriottismo. Non dobbiamo vivere di ricordi, il quinto posto ci deve far capire cosa fa l'autostima, ma l'anno scorso eravamo delle matricole e quest'anno sarà diverso. Proveremo ad arrivare il più in alto possibile perchè la squadra è pronta e siamo molto uniti, poi sarà il campo a dare il verdetto. Gli obiettivi di mercato sono stati raggiunti, abbiamo preso Mattia Fabbro che era un mio vecchio pallino da Pordenone, è un ragazzo squisito. Quest'anno ritroveremo Sironi che è praticamente un nuovo acquisto, l'anno scorso si è rotto il crociato ed è stato fermo un anno ed è tornato molto bene. Infine nomino Ljuskic che è una promessa che arriva dal calcio a 11 e lo vedo molto molto bene. Goranovic l'ho definito "il mio fidanzato", perchè con lui ho costruito le fortune del calcio a 5: abbiamo vinto a Manzano, a Udine e siamo insieme da ormai sei o sette anni. Abbiamo deciso di smettere insieme, ma solo quando sarà il momento. Vogliamo fare un campionato intrigante, togliendoci tante soddisfazioni, con una "finta umiltà" e con l'obiettivo minimo che sono i playoff. Ho molto rispetto di tutti e vedo il Pordenone molto molto bene, le altre non le conosco ed aspetterò che il campo dia le sue sentenze".

Ass. Falcone: "Sono molto contento perchè stiamo procedendo da mesi, studiando tutti i protocolli opportuni per far ripartire lo sport. Vedere oggi tutti questi giovani con tanta energia positiva mi ha messo il buon umore e ha ripagato gli sforzi fatti in questi mesi per riprendere con meno limitazioni possibili ma anche in maniera longeva. Io sono uno sportivo e mi diverto perchè mi piace lo sport in generale, ma è ovvio che la mia delega ha la responsabilità di muovere tanti giovani e meno giovani, nel periodo attuale è uno dei ruoli più scomodi perchè abbiamo delle procedure da portare avanti nell'interesse collettivo. L'Udinese è un punto d'orgoglio per tutta la regione quindi non metterei dei limiti a questo progetto. Prometto che per l'esordio stagionale sarò presente per assistere questa bella realtà". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/7x0sMdo.jpg

https://i.imgur.com/vnRTIN5.jpg

https://i.imgur.com/rkuD8Q4.jpg

https://i.imgur.com/2IaPdcK.jpg

https://i.imgur.com/4agdVsH.jpg

https://i.imgur.com/VOsa0Ji.jpg

https://i.imgur.com/l0NPsaI.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08354 secondi