Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Franti: questa sconfitta ci serva da lezione

Il tecnico della Pro Gorizia commenta la gara di ieri che ha visto la sua "creatura" uncinata dal Sistiana. "Approccio sbagliato, nella ripresa non abbiamo concretizzato diverse occasioni. Del resto, il progetto è appena cominciato..."

La Pro Gorizia si deve inchinare in casa alla voglia del Sistiana Sesljan, che piazza l'impresa imponendosi 0-1 sul terreno di Grion e soci. Il tecnico biancazzurro, Fabio Franti, racconta così l'incidente di percorso: "Nel primo tempo ho visto un Sistiana determinato, cattivo, reattivo, l'hanno portata dopo volevano, anche facendosi sentire con l'arbitro; noi invece abbiamo avuto un approccio superficiale alla gara nonostante avessi avvisato i miei sul tipo di squadra che avremmo affontato e sulle insidie della sfida. Entrambe le squadre hanno avuto le occasioni per segnare, noi più che altro in contropiede, ma il vantaggio ospite, nonostante sia maturato sugli sviluppi di un rigore dubbio, è risultato meritato. Nella ripresa si è vista una gara completamente diversa, meritavamo come minimo il pareggio, abbiamo avuto 4-5 opportunità per buttarla dentro ma non ci siamo riusciti. Abbiamo perso soprattutto perché abbiamo regalato un tempo, il primo, a una squadra che sta bene, che ha mentalità, voglia, cattiveria. Dobbiamo migliorare noi, il progetto è appena partito, bisogna crescere, dà fastidio perdere così, ma cercheremo di imparare la lezione di questa sconfitta. Stiamo bene fisicamente, è l'approccio che è risultato inadeguato. Ho cambiato 6 giocatori rispetto a sabato perché per me ho 20 titolari, evidentemente qualcuno certe cose deve ancora capirle, ma siamo appunto qui per imparare, crescere e arrivare così a raggiungere i nostri obiettivi". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14332 secondi