Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


GRADESE - Lugnan al timone dei "mamoli"

La società ha preferito una soluzione quasi interna scegliendo il tecnico ex Cjarlins e Tavagnacco femminile al posto dell’esonerato Novati. Esordio di fuoco con il derby translagunare. «La scelta è caduta su Luca che già ci stava dando una mano in amicizia a livello giovanile», sono le parole del ds Ghirardo

La società si era presa alcuni giorni per decidere il nuovo allenatore che avrebbe dovuto sostituire Marco Novati, esonerato dopo la brutta battuta d’arresto casalinga con il Ruda due domeniche orsono.
In questi giorni il direttivo rossoscudato si  è confrontato mettendo sul tavolo i nomi di alcuni allenatori e nel frattempo affidando la squadra a Luca Lugnan che stava operando amichevolmente con la società in attesa di qualche chiamata. Con il passare dei giorni il ds Ghirardo e lo staff societario si sono convinti che la scelta giusta, vista anche l’amicizia che lo lega all’ambiente, era quella di consegnare la squadra allo stesso Luca Lugnan, il quale sabato debutterà nel nuovo ruolo nel derby con l’Aquileia.   

Il tecnico gradese, con patentino Uefa-A, ha guidato per diversi anni la Manzanese e, più recentemente, Ism, Cjarlins Muzane, da secondo a Morgia al Mantova in serie C e la stagione scorsa il Tavagnacco femminile in serie A, ed ora torna nei dilettanti ad allenare la squadra della cittadina in cui abita.

«Inizialmente avevamo chiesto a Lugnan di darci una mano per alcuni giorni in attesa di trovare il sostituto di Novati. Con il passare dei giorni – spiega il diesse dei lagunari Christian Ghirardo -, confrontandoci ci siamo accordati affinchè fosse lui stesso a prendere in mano la squadra dall’alto della sua esperienza. E così è stato ed ora è ufficialmente in nuovo allenatore della Gradese. Luca dopo l’avventura a Tavagnacco aveva organizzato il camp estivo qui a Grado e ci stava già dando una mano in via amichevole nel settore giovanile, per cui non è stato per nulla difficile questo suo passaggio nel nuovo incarico». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06227 secondi