Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


L'ANTICIPO - Derbyssimo tra Fulgor e Reanese in cerca di riscatto

Il match tra paesi confinanti aprirà la quarta giornata in Prima B, Zoppè è in cerca di riscatto per la sua Fulgor: "Passo falso inaspettato a Colloredo, vogliamo rifarci". Dall'altra parte, invece, Morandini è soddisfatto nonostante i risultati negativi: "Stiamo giocando bene, andremo lì a spada tratta: l'importante è divertirsi e dare tutto in campo"

L'anticipo del sabato della quarta giornata della Prima Categoria girone B, prevede un derby sentito e che sarà sicuramente combattuto. In quel di Godia alle ore 16, si affronteranno due squadre che sono partite in maniera altalenante e se i padroni di casa del Fulgor vogliono il riscatto dopo l'inaspettato passo falso di Colloredo, dall'altro la Reanese è incurante delle sconfitte collezionate fino ad ora, perchè il gioco promette bene per una squadra giovane, frizzante e vogliosa di far bene, ma soprattutto con tanti margini di miglioramento. Abbiamo ascoltato le due campane: da una parte il ds del Fulgor, Claudio Zoppè, dall'altra il dirigente della Reanese, Marco Morandini.

Zoppè: "E' un derby tra confinanti, arriviamo dopo un turno di sosta forzata per il caso Covid del Diana, e vogliamo rifarci dopo la sconfitta di Colloredo che ci ha sorpresi negativamente. Eravamo partiti bene vincendo con il LME che è la squadra da battere, ma lì abbiamo fatto un passo falso inaspettato. Siamo entrati in campo senza la necessaria concentrazione contro una squadra giovane, rapida e con tanta voglia di fare che ha vinto la partita meritatamente. Abbiamo un paio di defezioni, ci mancano Sdrigotti, Mazzone e Gosparini, mentre Iussa è in dubbio. Testa alla Reanese, vogliamo ripartire, anche loro sono giovani e rapidi quindi dobbiamo cercare di fare una buona partita e trovare una vittoria che ci rimetterebbe in carreggiata".

Morandini: "La squadra sta andando bene, siamo giovani ma abbiamo tanta voglia di fare. I giocatori giovani hanno sempre tanto margine di crescita, quindi siamo fiduciosi per una squadra seria, che segue sempre mister Facchin e che sta facendo bene nonostante i risultati. Vedendo il 4-0 che abbiamo subito contro la Torreanese ci si può fare idee sbagliate, perchè il match è stato equilibrato fino alla fine del primo tempo, poi abbiamo pagato un po' di inesperienza. Anche a Martignacco abbiamo corso tanto, quindi siamo tutto sommato soddisfatti, i risultati arriveranno. Andiamo a Godia senza qualche infortunato, mio figlio si è rotto il crociato e sarà fuori per il resto della stagione, Pecoraro si è fatto male domenica scorsa ed è in dubbio per domenica e Ianniello che è il sostituto si allena poco per problemi lavorativi quindi ha una resa limitata. Andremo lì a spada tratta, vogliamo divertici e metterci il giusto impegno. Bisogna uscire dal campo sapendo di aver dato tutto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14576 secondi