Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


CHIONS - Caldiero cliente tosto. Squadre anemiche a caccia di gol

Il Caldiero arriva da due sconfitte di fila contro le tre dei pordenonesi. Il tecnico Soave, ex attaccante del Pordenone, ha nelle mani una squadra ambiziosa

Tre vittorie e due sconfitte, cinque gol fatti, sei incassati nove punti in classifica a due lunghezze dalla coppia di testa formata da Trento e Mestre. Il Caldiero, prossimo avversario del Chions, al suo secondo campionato di fila in categoria, è una compagine partita per ben figurare dopo l’esordio in categoria dello scorso anno. Esordio assoluto che avvenne proprio a Chions nella prima di andata il primo settembre 2019 culminato con la conquista dei primi tre punti con la rete decisiva messa a segno da Zerbato al 25’ della ripresa. Successo nello scontro diretto bissato nella gara di ritorno con i veronesi vittoriosi per 2-1 (gol di Zerbato e Galesio). La storia del Caldiero risale alla stagione 1934-35, con i gialloverdi inseriti nel campionato dei liberi da 2° categoria.

Balzano agli onori delle cronache sportive nazionali due stagioni orsono conquistando prima la coppa Italia regionale e poi arrivando a giocare la finalissima nazionale, eliminando nel suo percorso anche il San Luigi, dove ha dovuto arrendersi per 2-1 al Casarano.
Domenica per i crociati di Fabio Rossitto sarà battaglia vera contro una formazione in cerca di riscatto dopo il netto 3-0 incassato nell’ultima uscita contro la Virtus Bolzano. Per gli uomini guidati da Cristian Soave, che ha lasciato nel pordenonese ricordi importanti, per aver vestito per due stagioni la maglia del Pordenone (stagioni 2000/2001 e 2001/2002) realizzando 32 reti in 65 presenze, il match rappresenta la gara del riscatto, arrivando da due scivoloni consecutivi, dopo le tre vittorie di inizio campionato. Qualcosa sembra essersi inceppato in particolare nel reparto offensivo a secco di reti da oltre 180’.
Non è che il Chions stia molto meglio, anzi, i gialloblù non trovano la via del gol dalla prima di campionato (gol su rigore di Fillippini), prospettando una sfida per chiudere un periodo anemico per rciominciare a mettere punti in cascina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF

  Scritto da La Redazione il 22/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13903 secondi