Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


CHIARBOLA P. - Campaner: dobbiamo avere la cattiveria da outsider

Il tecnico biancazzurro nomina le sue favorite per la vittoria finale: "Il Torviscosa penso che sia la squadra più pronta a vincere il campionato al momento, mentre il Brian ha maggior potenziale e potrà venir fuori alla lunga. Il San Luigi ha una qualità pazzesca, con una rosa di giocatori che fanno paura a tutti".

Il Chiarbola Ponziana di mister Campaner è la vera e propria rivelazione del campionato d'Eccellenza dove, da matricola, sta stupendo tutti con i dodici punti conquistati in cinque match ed il netto 3-0 di domenica scorsa, nientepopodimeno che con il Torviscosa che è tra le favoritissime del torneo. Domani li attende l'impegno di Fontanafredda, allenata da una vecchia conoscenza del tecnico biancazzurro: quel Claudio Moro che era a capo della Juniores del Prata Falchi, quando lui era sulla panchina degli Allievi. Una sfida da non perdere, che promette scintille in campo e che ha degli intrecci che danno un po' di pepe in più al match. Abbiamo ascoltato mister Mario Campaner alla vigilia di questo interessante match: "Non guardo più di tanto la classifica, neanche verso la fine del campionato ed a maggior ragione non ha senso guardarla ora. Ci godiamo il fatto che abbiamo disputato delle ottime gare ed abbiamo dimostrato di poter ben figurare anche in Eccellenza".

PROSSIMO IMPEGNO - "E' una partita importante, contro una squadra che ha molti più valori di quelli espressi fino ad ora. Affronteremo la squadra di Claudio Moro, che era allenatore della Juniores del Prata Falchi quando io allenavo gli Allievi e successivamente è diventato tecnico della prima squadra. Sarà un testacoda solo guardando la fotografia del momento: in realtà noi siamo una società giovane ed atipica sotto tanti punti di vista, il Fontanafredda è invece una delle realtà più consolidate nella storia del calcio dilettantistico friulano. Loro hanno dei valori importanti che da un momento all'altro verranno fuori. Penso che sarà una partita tra due squadre molto vive, loro nonostante i risultati negativi hanno sempre lottato, giocando bene e rendendo difficile la vita agli avversari. Probabilmente non sarà una bella partita, ma verrà fuori una battaglia e vincerà solo chi saprà dimostrare di avere più carattere".

ALLENAMENTI - "Svogliamo un allenamento a settimana alle nove ed un altro in un campo a 7. Questa è la nostra realtà, ma nonostante tutti i difetti non la scambierei con nessun'altra. Siamo stati bravi a passare in pochi anni dalla Terza all'Eccellenza, puntando sulle persone piuttosto che su investimenti economici e strutturali, di questo va dato atto al nostro presidente di tutti i meriti. Questa situazione con cui conviviamo ci deve dare qualcosa in più dal punto di vista della fame e della cattiveria, dobbiamo avere la rabbia degli outsider".

GRUPPO - "Una delle nostre forze è proprio il gruppo di ragazzi che hanno un entusiasmo abnorme e lo trasformano in campo in cattiveria agonistica e quindi risultati positivi. Una delle carte vincenti della società è stata di prendere ragazzi che venivano da situazioni particolari di Prima Categoria ma hanno tantissima qualità, trasformandoli in giocatori da Eccellenza. Sono contento di averli portati io in questa situazione, ma è la categoria che meritavano già da tempo".

PALIAGA - "Negli ultimi anni ha sempre fatto i playout di Promozione o salvezza all'ultima giornata ma è un giocatore con delle qualità devastanti, che negli ultimi tre anni è stato capace di fare una sessantina di gol in Promozione. Ora deve intraprendere un percorso in cui non deve solo sfruttare le sue qualità, ma deve anche adattarsi all'Eccellenza: se ci riuscirà per me potrà fare tranquillamente anche trenta gol".

FAVORITA - "Ho visto giocare quasi tutte le squadre. Penso che il Torviscosa sia la squadra più pronta al momento, nonostante lo scivolone di domenica scorsa contro di noi. Sono intensi, cattivi e molto forti sulle transizioni. Il Brian è invece quella con più potenziale, che se dovesse fare un certo tipo di percorso potrà finire alla grandissima. Devo ancora assistere ad una partita del Tamai. Il San Luigi ha una qualità pazzesca in campo, con giocatori che fanno paura a tutti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...

















ECCELLENZA - Un mediano per il Primorec

Aggiunto un tassello alla rosa (il mediano Scintu, un classe 1989 impiegabile all'occorrenza anche quale difensore centrale e reduce da diversi campionati di Promozione in ...leggi
16/11/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09310 secondi