Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PROMO A - Rosero sorprende la capolista. Corva e Tolmezzo super

Una coppia in testa alla classifica. Sacilese demolita e travolta, Zusso fallisce due volte un rigore. Casarsa rimonta vincente a Buja. Continua l’anemia del Prata Falchi

Potrebbe essere l’ultima domenica di calcio giocato e quasi a voler gridare forte la rabbia per l’eventuale decisione del Governo arriva una domenica all’insegna dei gol e delle sorprese. Dopo quattro vittorie crolla in casa piuttosto inaspettatamente il Torre per mano del sorprendente Venzone. Risolve una rete di Rosero dalla valenza estrema per il valore degli avversari e per essere la prima vittoria stagionale. Polonia sorprende il collega Giordano e rimette in carreggiata i suoi dopo le sconfitte precedenti.
Giornata da incornicare per il Tolmezzo, che complice la sconfitta del Torre, lo appaia in vetta. Il poker rifilato alla Sacilese è un segnale forte al campionato, una prova di forza contro uno dei principali avversari verso la corsa all’Eccellenza. La quarta vittoria consecutiva porta le firme di Fabris (26’), De Giudici (32’), e la doppietta nella ripresa di Cimenti. Lizzi dovrà rivedere qualcosa, nonostante i biancorossi, siano stati protagonisti in negativo per l’episodio del rigore fallito (al 34’) due volte da Zusso. L’esperto centrocampista ospite si è fatto parare da Cristofoli il primo penalty, che l’arbitro ha fatto ripetere, ma anche nella ripetizione l’esito è stato lo stesso.

Continua a macinare avversari anche il Corva, rimasto l’unica formazione imbattuta e al momento con la palma di miglior difesa del girone con soli 2 gol incassati. Nel pomeriggio gara senza storia contro un impalpabile Sarone Caneva. Per la compagine guidata da Stoico a segno Plozner, doppietta di Marchiori (quinto gol in 5 gare) e Zanin, con un autogol a completare la manita. Corva che proprio nel prossimo turno dovrebbe affrontare (non si sa a questo punto quando) proprio il Tolmezzo, per uno scontro diretto ricco di fascino.
Con un Paciulli in formato terminator il Casarsa strappa la vittoria alla Buiese, che aveva cullato a lungo il sapore del successo. Un gol di Pignata dopo 60’’ di gioco aveva sbloccato in favore dei torelli il risultato ma Tedesco e il compagno rovesciano tutto nel finale di gara, spingendo i gialloverdi nei piani altissimi.

La Sanvitese sfodera un prestazione superlativa ai danni del Camino, meritando ampiamente i tre punti. Alza bandiera bianca la formazione di Rauso messa a fuoco e fiamme dalle reti di Brusin e per due volta da Rinaldi. Colpo esterno del Basso Friuli, il secondo stagionale, colto sul campo del Prata Falchi. Formazione di casa lontana dagli standard della passata stagione, giunta alla terza battuta d’arresto consecutiva e per la terza volta senza trovare la via del gol. Il due a zero finale proietta i ragazzi udinesi a quota 9 punti.
Braccia al cielo per il Manaigo Vajont che riassapora la vittoria dopo un periodo piuttosto opaco. Le numerose defezioni hanno costretto Mussoletto a variare continuamente squadra, mettendo a nudo una rosa molto giovane. Il successo per 2-1 sulla Tarcentina porta le firme di Trubian e Serena, mentre la rete per la squadra di Zucco è stata messa a segno dal classe 2002 Silo, subentrato nella ripresa.

Gianpaolo Leonardi

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF

  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 25/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13149 secondi