Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


BUIESE - Chiementin: è mancata sintonia con l'ambiente

Il tecnico esonerato da pochi giorni pensa al futuro: "Approfitterò di questo periodo per continuare ad aggiornarmi e farmi trovare pronto ad una nuova sfida nell'invernale"

Tra Chiementin e la Buiese è mancato il feeling. Il tecnico fresco di esonero dalla panchina amaranto spiega cosa è andato storto in questa esperienza e ringrazia il presidente Peretto, a suo dire l'unico che ha creduto in lui: "Sono tranquillo, avevo il sentore già da un po' di tempo di questa mancata sintonia con tutto l'ambiente ad eccezione del presidente che ringrazio per aver riposto fiducia nei miei confronti. Ho lavorato tanto con tutto il mio staff in questi mesi, cosa che non è avvenuta da parte della società, sempre escludendo da questi discorsi il presidente".

ANDAMENTO - "Eravamo partiti con un programma che non era di certo a breve termine, anzi. Siamo partiti con una squadra che ho preso a febbraio, dopo il cambio di tre allenatori, e che aveva solo due punti in classifica. Abbiamo lavorato molto con tanta gente nuova, nonostante i tanti problemi legati al Covid ed i risultati di questo ottimo lavoro si sarebbero visti. Al momento dello stop eravamo forse al 90%, dovevamo perfezionare alcuni dettagli, ma non ci è stato dato il tempo necessario. In tutte le partite disputate abbiamo affrontato avversari con ottime referenze e tutti ci hanno fatto i complimenti. E' mancato qualche risultato ma ci poteva stare, se si sbagliano rigori o occasioni sfortunate non si trova la vittoria ma le prestazioni non sono state assolutamente negative. Non potevamo fare miracoli in due mesi".

FUTURO - "Penso e spero di ritornare ad allenare nell'invernale. Approfitterò di questo periodo per continuare ad aggiornarmi come ho sempre fatto per essere pronto ad una nuova sfida, anche perchè ritengo di non dovermi rimproverare per nulla. Voglio affrontare una nuova esperienza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/11/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11857 secondi