Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Lo sgambetto dell'ex Pavanel. E manca un rigore

Un primo quarto d'ora da incubo per gli alabardati sotto di due reti. Meglio nella ripresa, con forze fresche arriva il gol ma non basta per portare a casa punti. E pure l'arbitro fa infuriare Gautieri per un mani evidente in area non sanzionato. La Feralpi Salò passa 2-1

FERALPISALO’ – TRIESTINA  2-1 (P.T. 2-0)
Gol: 7′ Scarsella, 15′ De Cenco, 49′ Aut. Legati

FERALPISALO’ (4-3-1-2): De Lucia; Bergonzi, Legati, Giani, Brogni (78′ Rizzo); Gavioli (53′ D’Orazio), Guidetti, Scarsella, Morosini (78′ Hergheligiu); Ceccarelli (68′ Vitturini), De Cenco (68′ Miracoli).  A disposizione: Liverani, Magoni, Petrucci, Tulli, Messali, Pinardi, Mezzoni.  All. Massimo Pavanel

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-3-1-2): Offredi; Rapisarda (87′ Cavaliere), Capela, Lambrughi, Brivio (46′ Filippini); Maracchi (46′ Lodi), Calvano (71′ Giorico), Rizzo (81′ Gatto), Petrella; Mensah, Gomez.  A disposizione: Rossi, Groaz, Tartaglia, Butti, Palmucci, Zanchetta.  All. Carmine Gautieri

ARBITRO: Cudini (Fermo)  Assistenti: Meocci (Siena) Allocco (Bra)  IV UOMO: Giaccaglia (Jesi)

NOTE: Serata fredda, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Lambrughi, Giorico (Ts), Brogni, Guidetti (Fe). Espulso Carmine Gautieri per proteste. Recupero: 1′ e 5′

Un primo tempo confusionario e con tante imprecisioni (in particolare i primi 20') ha causato in prima battuta lo stop alla Triestina a Salò. Poi, nel rush finale, c'è stato pure un rigore negato agli sconfitti per un fallo di mani in area lombarda, che tra l'altro ha costato il rosso per proteste all'allenatore ospite Carmine Gautieri. In ogni caso l'Unione deve farsi qualche domanda, perchè sta diventando quasi un'abitudine regalare una frazione di gioco (stavolta è stata la prima anziché la seconda) per quanto fosse reduce da cinque risultati utili consecutivi.

Nel primo round la truppa locale di Massimo Pavanel ha mostrato un buon passo e nel primo quarto d'ora ha messo al sicuro il risultato, venendo però agevolata pure dal portiere antagonista Offredi. Nei secondi 45' (più recupero) i rossoalabardati hanno cambiato atteggiamento, alzando il baricentro grazie ai cambi e mostrando più aggressività. Hanno accorciato le distanze con un'iniziativa di Guido Gomez, che ha portato all'autogol di Legati. Il 2-1 ha tolto certezza ai vincitori, che hanno dovuto darsi a una prova difensiva per reggere. Ma alla fine alla Triestina sono rimaste solo le proteste per il mancato penalty e la delusione per non aver fatto vedere il meglio di sé al 100%.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TRIESTINA - Ancora un tempo regalato, stavolta a caro prezzo

Solitamente capitava nella ripresa un calo d'attenzione, a Salò è stato un primo tempo volitivo a regalare due gol, decisivi, ai padroni di casa. Gli alabardati se ne sono accordi nella ripresa, ma ormai i buoi, anzi, i gardesani, erano già scappati

Undicesimo turno in trasferta per i rossoalabardati, di scena a Salò nel primo faccia a faccia contro l’ex Massimo Pavanel, ora al timone dei gardesani. Triestina con una lista ancora lunghissima di indisponibili, recuperano in extremis il terzo portiere Rossi (oggi vice Offredi complice l’assenza di Valentini) e Giorico in mezzo al campo, il sardo si accomoda comunque in panchina. Gautieri ripropone il 4-3-1-2 mettendo in campo una mediana più muscolare con Maracchi, Calvano e Rizzo. Pavanel ha invece l’imbarazzo della scelta nonostante l’assenza dell’infortunato Carraro e dello squalificato Bacchetti, centrocampo Scarsella-Guidetti-Gavioli con Morosini a supporto dell’attacco formato da De Cenco e Ceccarelli.

La sfida si sblocca quasi subito, al 7′ da un corner a rientrare di Morosini arriva la deviazione vincente di Scarsella nel traffico. Immediata reazione alabardata con cross da destra di Rapisarda e girata al volo di Maracchi che termina fuori di un soffio. Controbatte la Feralpi al 10′ con un potente destro di Guidetti dai diciotto metri, Offredi respinge a pugni chiusi. Padroni di casa aggressivi e Triestina in affanno in fase di disimpegno, al quarto d’ora arriva il raddoppio gardesano: De Cenco cerca un tiro cross dalla linea di fondo, Capela devia fortuitamente con lo stinco sorprendendo Offredi. Feralpi in scioltezza di fronte a un’Unione che concede troppi spazi, al 17′, Ceccarelli converge da destra e calcia trovando la deviazione di Offredi che salva la porta. Prova a reagire la Triestina al 22′ con un cross di Brivio da sinistra, torre di Mensah e girata al volo di Petrella, Giani salva la porta con una deviazione sospetta che scatena le proteste alabardate, Cudini lascia correre. Partita più equilibrata con l’Unione che prende campo, al 36′ Calvano con un cross dalla trequarti costringe De Lucia a salvarsi in corner con qualche affanno. Altro episodio sospetto al 39′, Mensah sfugge a Guidetti che lo strattona mandandolo a terra alle soglie dell’area di rigore, l’attaccante cade in piena area ma Cudini ravvisa l’inizio del fallo appena fuori i sedici metri, concedendo punizione (poi senza esito). Ci riprovano gli alabardati sul finire del primo tempo, Gomez converge da sinistra e dal vertice dell’area calcia col destro, De Lucia la tiene in presa. E’ l’ultimo episodio di una prima frazione nella quale i gardesani hanno spinto con efficacia nel primo quarto d’ora capitalizzando al massimo, Triestina che una volta entrata in partita ha avuto le chances per rientrare in gara senza tuttavia riuscire a trovare la via della rete.

Al rientro in campo nell’Unione dentro Lodi e Filippini per Maracchi e Brivio e al 4′ la sfida si riapre: ottima ripartenza alabardata con sfera smistata a sinistra per Gomez, cross dal fondo a trovare la fortuita deviazione di Legati che manda alle spalle di De Lucia. Freschezza in mezzo al campo per i gardesani con D’Orazio per Gavioli ma l’inerzia della gara è ben diversa dalla prima frazione, l’Unione fa la partita e la Feralpi resta chiusa cercando le ripartenze. La pressione rimane costante ma la Feralpi difende bene sui tanti cross alabardati, Pavanel attinge ancora dalla panchina con Vitturini e Miracoli per Ceccarelli e De Cenco. Si rivede in avanti dopo tanti minuti la squadra di casa, al 25′ destro debole di Scarsella dai venti metri contenuto in presa da Offredi. Cambio Triestina al 26′, dentro Giorico per Calvano. Spinge l’Unione che fisiologicamente concede spazi per il contropiede gardesano, alla mezz’ora è Scarsella a provare il mancino dal limite, Rapisarda chiude provvidenzialmente deviando in angolo (poi senza esito). Grande occasione purtroppo però solo potenziale per la Triestina al 33′, Lodi pennella tagliato dentro dalla trequarti destra per Mensah liberissimo davanti a De Lucia, l’attaccante manca di un nulla l’aggancio e l’azione sfuma. A 9′ dal termine dentro Gatto per Rizzo nella Triestina, Unione sbilanciata in avanti a caccia del pari. Al 39′ episodio grave e decisivo in area gardesana, Mensah fa da sponda per mandare in porta Gomez e Giani col braccio larghissimo colpisce in modo evidente il pallone, mani per tutti ma non per Cudini che lascia correre scatenando le furibonde proteste della Triestina, ne fa le spese Gautieri allontanato dall’arbitro. E’ di fatto l’ultimo episodio del match, il forcing finale alabardato non porta al gol del pari e la Feralpi si impone 2-1 tra tante polemiche, sfruttando al meglio un grande avvio di gara.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/11/2020
 

Altri articoli dalla provincia...













ECCELLENZA - Un mediano per il Primorec

Aggiunto un tassello alla rosa (il mediano Scintu, un classe 1989 impiegabile all'occorrenza anche quale difensore centrale e reduce da diversi campionati di Promozione in ...leggi
16/11/2020






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10858 secondi