Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - Johnson glaciale, poker Apu

En plein siculo della formazione di Boniciolli. Dopo il blitz di Trapani, sbancata allo scadere anche Capo d’Orlando: decide una tripla della guardia Usa. E’ il quarto successo in altrettante gare. Mercoledi nuovo viaggio: si gioca a Bergamo

Provocazione: allora non è vero ciò che (giustamente, visto che trattasi di allenatore tanto perfezionista quanto preparato) sostiene Boniciolli: l’Apu può vincere anche giocando alle soglie dei 100 punti. Perché non è servito tenere Capo d’Orlando attorno ai 70, per tornare a casa con il secondo successo in due gare della fruttuosa campagna sicula. Quarto in altrettante uscite di questo strabiliante avvio di campionato, sette su otto compresa la Supercoppa.

L’Old Wild West (che recuperava, seppur parzialmente, Amato) sbanca il “PalaFantozzi” con punteggio Nba (98 - 95) e riesce nell’impresa grazie una tripla, ideata nell’ultimo time - out, a 4” dalla sirena, di Dominique Johnson, uno dei suoi califfi. Acquistato per essere decisivo quando serve, e non solo. E anche se il vero mattatore della serata è stato il Johnson dell’Orlandina (Xavier: 33 punti con 9/17 dal campo e 12/12 della lunetta), l’Apu ha opposto ai padroni di casa una buona compattezza di squadra: compattezza che la ha consentito, superati i momenti di difficoltà (59 punti subiti nelle frazioni centrali, ad esempio) di evitare il naufragio, difendendo poi come si deve, tornando in partita e affidandosi alla “mano santa” della sua guardia Usa. Da rimarcare, inoltre, i 5 uomini in doppia cifra, con la gran serata di Italiano (8/11 dal campo e 7 “carambole”), il proficuo lavoro a rimbalzo di Foulland e i 6 assist sfornati da Giuri. Prossimo impegno mercoledi prossimo a Bergamo: sarà la terza trasferta consecutiva. Campionato regolare? Mah (r.z.)

(Focopertina: Instgram Orlandina)

ORLANDINA - APU     95 - 98

ORLANDINA: X.Johnson 33, Floyd 26, Lagana 11,  Bellan 11, Taflaj 4, Fall 6, Moretti 4, Gay, Tintori. Non entrati: Ellis, Triassi, Del Debbio, Ravi. Allenatore: Sodini.

APU: Italiano 20, Antonutti 18, Johnson 16, Giuri 16, Foulland 14, Deangeli 6, Pellegrino 4, Nobile 3, Amato 1, Mobio. Non entrato: Agbara. Allenatore: Boniciolli.

ARBITRI: Moretti, Bonotto e Doronin.

PARZIALI: 16-19, 47-43, 75-70. Tiri liberi: Orlandina 23/24, Apu 24/36. Tre punti: Orlandina 12/24, Apu 12/32. Rimbalzi: Orlandina 25 (X. Johnson 9), Apu 35 (Foulland 8). Cinque falli: Italiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/12/2020
 

Altri articoli dalla provincia...









BASKET - Trieste vola, Udine sprofonda

Giornata di opposte emozioni per le due regionali più titolate del basket. In serie A, l’Allianz Trieste, già qualificata per la Final Eight di Coppa Italia, è andata a ...leggi
31/01/2021










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08717 secondi