Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - Apu a valanga su Bergamo

Nuovo, convincente successo (quinto consecutivo) della formazione di Boniciolli, in totale controllo del match e sempre avanti nel punteggio. Johnson, Foulland, un ottimo Deangeli (13 punti più 10 rimbalzi) e Amato in doppia cifra

WITHU BERGAMO - APU  OLD WILD WEST     59 - 76

WITHU BERGAMO: PulLazi 12, Bedini 3, Vecerina 6, Parravicini 6, Seck 4, Purvis 16, Da Camp 5, Zugno 5, Easley 2. Ne: Siciliano. Coach: Calvani.

APU OLD WILD WEST: Johnson 18, Foulland 12, Deangeli 13, Giuri 9, Pellegrino 2, Antonutti 6, Italiano 2, Mobio 1, Amato 13, Nobile, Agbara. Allenatore: Boniciolli.

ARBITRI: Gagliardi, D’Amato e Del Greco.

Parziali: 11 - 19, 32 - 36, 45 - 59. Liberi: Bergamo 10/16, Apu 10/12. Tre punti: Bergamo 9/30, Apu 10/24. Rimbalzi: Bergamo 34 (Easley 9), Apu 46 (Foulland 13). Cinque falli: nessuno.

BERGAMO. L’Apu non sbaglia un colpo. Stavolta, diciamo la verità, era difficile mancare l’obbiettivo: Bergamo, alla seconda uscita stagionale, non è - non può esserlo, vedremo se lo diventerà - ancora una squadra pronta. E Udine ne ha approfittato, cogliendo la quinta vittoria di fila, quarta (terza consecutiva) in trasferta, consolidando cosi il suo primato, attualmente suddiviso con la scorbutica Tortona.

La formazione di coach Boniciolli, avanti nel punteggio dalla prima palla a due alla fine, ha decisamente allungato nel terzo quarto,  gestendo poi tranquillamente i velleitari tentativi di ritorno dei padroni di di casa, arrivati sino al meno 11 attorno al 33’, ma  prontamente ricacciati indietro con perdite. Oltre al divario finale, l’Apu ha maturato in altre due occasioni 17 lunghezze di margine (56 - 39 al 28’ e 62 - 45 al 32’). Ben nove giocatori bianconeri su undici sono andati a referto, con note di merito per il solito Jonhson, Foulland (12 punti e 13 rimbalzi) ma, soprattutto, per Lodovico Deangeli, anche lui in “doppia doppia” (13 piu 10). Importanti segnali di vita pure da parte di Amato, al rientro da un infortunio: positivo sia da guardia che da regista, il numero sei. Se vogliamo individuare un piccolo buco nero, dobbiamo sfogliare il capitolo palle perse: 18 sono un po’ troppe. Ma chi vince, almeno per adesso, ha sempre ragione. E dopo tre esibizioni “on the road”, domenica prossima l’Apu ritornerà finalmente a giocare in casa (purtroppo sempre a porte chiuse): alle 18, al “Carnera”, arriva Casale Monferrato. (r.z.)

Fotocopertina fonte basketuniverso.it


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/12/2020
 

Altri articoli dalla provincia...









BASKET - Trieste vola, Udine sprofonda

Giornata di opposte emozioni per le due regionali più titolate del basket. In serie A, l’Allianz Trieste, già qualificata per la Final Eight di Coppa Italia, è andata a ...leggi
31/01/2021










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09600 secondi