Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


MANIAGO - Polo Grava: i giovani devono fare esperienza

Il tecnico dei coltellinai digerisce la sconfitta sapendo di aver giocato in condizioni precarie. Continua la linea verde, sul parquet un 2004

La sconfitta subita con l'Udine City  dal Maniago (5-0), lascia ancora a mani vuote la matricola pordenonese, è di tutt’altro umore il tecnico maniaghese Mauro Polo Grava dopo questa ennesima partita dal sapore amaro. «La squadra è formata da tanti giovani, oggi ha giocato un 2004, Joshua Quarta, dimostrando di saper stare in campo e di dare un po’ di tranquillità. Veniamo da oltre un mese di stop, l’ultima gara ufficiale l’abbiamo giocata il 28 novembre e la condizione era quelle che era e siamo stati bravi a rimanere in partita nel primo tempo, equilibrato, sin quando avevamo benzina. Poi siamo calati alla distanza, normale direi dopo il lungo stop e un gruppo giovanissimo e con poca esperienza e inoltre ci mancavano 4 giocatori. Il nostro obiettivo rimane quello di far giocare e far esperienza ai ragazzi di Maniago. La stagione scorsa abbiamo vinto il campionato di C1 senza il potere dei soldi e dell’esperienza. In questa stagione ci manca l’esperienza di Giordani, il suo rientro dall’infortunio ai legamenti è previsto forse tra un mese e mezzo».

Sabato altro derby, stavolta sarà il Pordenone avversario dei maniaghesi e il mister Polo Grava punta ad affrontare al meglio delle attuali condizioni. «Cercheremo di approcciare alla gara serenamente come il primo tempo con l’Udine City. Ci confronteremo con una grande squadre che ha altre ambizioni e velleità come gli udinesi, dimostrando di essere una formazione compatta, esperta. Gara dopo gara affronteremo le nostre vicissitudini per far crescere i nostri ragazzi, non avendo la sindrome dei risultati ad ogni costo. Speriamo di poter essere nelle migliori condizioni nelle partite dove possiamo giocarcela per la salvezza»

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07509 secondi