Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE B - Il Pordenone vince soffrendo

Il bilancio del turno infrasettimanale conferma il dominio dell'Altamarca, regala ossigeno al Sedico e vede accelerare nelle sfide tra regionali Maccan e Udine City

Alla ripresa del campionato nazionale di serie B di calcio a 5 sorridono Maccan Prata e Udine City che addomesticano nei rispettivi derby Palmanova e Maniago. Soffre ma alla fine vince il Pordenone con un combattivo Cornedo mentre in testa, dopo il rinvio del big match tra Verona e Chiuppano, continua a volare lo Sporting Altamarca che prosegue la striscia vincente infliggendo il primo stop stagionale alla Canottieri Belluno
Soffre un tempo il Maccan con il Palmanova, la squadra di Sbisà con un gran secondo tempo mette al tappeto gli amaranto e continua la serie positiva che la mantiene in zona play-off. Sorpresa in avvio da un tocco felpato di Contin al 6', reagisce la squadra giallonera impattando con una percussione di Buriola al 9' per l'1-1 che rimane bloccato fino all'intervallo. Cambia la musica ad inizio ripresa con i pratesi che mettono la quarta tornando in vantaggio dopo 1' con Ayose. Il Palmanova accusa il colpo e Chavez con due reti, al 3' ed al 10', mette la gara in ghiaccio, Criscuolo prova la carta del quinto uomo con il portiere Braida avanzato, ma non c'è più niente da fare: rilancio dalla propria area di Azzolin ed il 5-1 è servito. Punteggio che si dilata ulteriormente con Zocchi al 17' e Dedej al 19' per il 7-1 finale.

Copione più o meno identico in quel di Manzano dove il City di Pittini stenta ad ingranare nel primo tempo davanti alla difesa attenta del Maniago. Gara che pare in discesa dopo il gol in apertura di Della Bianca, poi però il fortino ospite resiste ed il risultato al riposo è ancora in bilico sull'1-0. Tutt'altra musica nella ripresa, dopo 3' diagonale vincente di Barile che inganna Paties per il raddoppio, il Maniago cede anche di testa e Udine bombarda, Turolo centra il tris con una staffilata al 7' e Zanuttini al 13' bagna l'esordio in maglia bianconera col suo solito sinistro. Sui titoli di coda ci mette lo zampino anche Goranovic per un 5-0 che non ammette repliche.

Sofferta e non poco la vittoria del Pordenone contro il Cornedo, ospiti penultimi in classifica ma con 4 gare da recuperare. Per i neroverdi il pomeriggio pare in discesa, dopo 24" infatti Grigolon gonfia la rete mentre al 12' arriva il raddoppio di Koren. I vicentini lottano e vengono  premiati allo scadere con il tiro libero vincente di Brancher che dimezza lo svantaggio. Si lotta anche nella ripresa, Grigolon scuote la traversa al 7', la gara prosegue in equilibrio fino al 16' quando ancora Grigolon trova il jolly del 3-1. Sembra finita ma Fahmi al 18' la riapre regalando, si fa per dire, due giri di lancette tiratissimi al Pordenone che comunque porta a casa altri tre punti mantenendolo in zona di alta classifica.

Sugli altri campi teneva banco la sfida tra Canottieri e Altamarca, primo tempo a reti inviolate poi nella ripresa, in apertura, botta e risposta tra Ouddach, gioiellino dell'Altamarca, e Dal Farra per l'1-1, pari che regge fino alla seconda metà della ripresa quando due lampi della capolista dei soliti El Johari e Ait Cheihk timbravano il definitivo 1-3. Colpo grosso del Sedico che espugna 1-4 Castelfranco Veneto tana del Giorgione. A padroni di casa non sono bastati dunque gli innesti di questa settimana di giocatori di valore quale l'ex nazionale Turiaco arrivato dal Tm Grangiorone, Toso dallo Spinea e del portiere carioca Baganha prelevato dal Ciampino, a fermare un Sedico che ha rivisto protagonista il brasiliano Dos Santos (doppietta), Bottega e Gabriel, mentre per i padroni di casa solo un'autorete a rendere meno amara la sconfitta che li mantiene al limite della zona retrocessione. 

Ci sarà poco tempo per riposare, si torna in campo nel weekend con un turno abbordabile, sulla carta, per il Maccan a Rovereto ed anche per il Pordenone atteso dal fanalino Maniago; incrocio da brividi per il Palmanova che attende la visita del Giorgione, trasferta proibitiva per il City in casa dell'Altamarca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07455 secondi