Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE B - Palmanova, punto d'orgoglio. Maccan e Pordenone super

Udine City e Maniago pagano dazio. Il derby della Destra Tagliamento va ai neroverdi, così come s’impone la formazione di Sbisà in quel di Rovereto. Altamarca soffre ma è sempre in vetta, Chiuppano frenato a domicilio

Sorridono Maccan Prata e Pordenone nel week end di calcio a 5 che fanno bottino pieno a Rovereto e Maniago. Punto d'orgoglio per un rimaneggiato Palmanova nello scontro diretto con il Futsal Giorgione, mentre il City cede solamente nel finale alla capolista Altamarca. Questo il sunto di una giornata che ha visto tra l'altro il sorprendente pareggio imposto dalla Canottieri Belluno al Chiuppano ed il colpaccio esterno del Miti Vicinalis che lascia Cornedo nelle sabbie mobili della classifica. 

Continua la scalata in classifica del Maccan Prata che non si fa sfuggire l'occasione di tornare dal Trentino con 3 punti che portano la squadra di Sbisà al secondo posto in classifica assieme al Chiuppano, il quale ha però due gare in meno.  La squadra pordenonese continua la striscia positiva mettendo in campo personalità, e la mano del mister di Lauzacco si vede chiaramente.  A passare avanti dopo un giro di lancette è il Rovereto con Bazzanella, poi però Cocchetto al 5' e Stendler al 7' mettono la freccia ed allungano ulteriormente all'11' ancora con Cocchetto, mancando a più riprese il colpo del ko. Un lampo di Mufakir da energie e speranze al Rovereto per il 2-3 del riposo. Maccan determinato a chiudere la sfida ad inizio ripresa e bastano 17 secondi a Buriola per insaccare il 2-4,  i trentini sbandano e Zecchinello li punisce ancora al 4'. Gara in ghiaccio verso il 7', dopo l'espulsione del capitano locale Frisenna, superiorità numerica trasformata nel 2-6 da Camilla, nel finale Salvador  al 15' e Bazzanella a fil di sirena su libero rendono meno amara la sconfitta dei padroni di casa per il 4-6 definitivo.

Vittoria come da copione per il Pordenone che a Maniago chiude la pratica nel primo tempo avanti con un eloquente 0-5. Onore al merito al Maniago nella ripresa, durante la quale limita i danni ed inizia a sbloccarsi in fase offensiva rendendo, nel punteggio, meno pesante la sconfitta. Avvio devastante del Pordenone con Koren sugli scudi, due reti in 30" tra il quarto e quinto minuto mette subito le cose in chiaro, al 6' incursione vincente di Spatafora per il tris mentre poi Dus, ex Porcia, mette dentro all'11' il suo primo gol in serie B mentre Grigolon al 13' chiude di fatto la sfida. Nella ripresa il Pordenone rallenta il ritmo, risparmiando forse energia per il derbyssimo di martedì con il Maccan ed il Maniago con tenacia accorcia il divario con i centri di Rosset al 2' e Moras al 5'. Fiutato il pericolo di riaprire la gara Pordenone dà una brusca sterzata con Piccirilli, Grzeli e Koren che fanno calare il sipario sulla sfida per il 2-8 che il tabellone segna al 13'.  Ultimi a mollare sul fronte locale Moras e Chivilò che addolciscono la pillola del settimo ko di fila. 

Punto prezioso ed ottenuto con grande temperamento dal Palmanova nella sfida  salvezza con il Futsal Giorgione, amaranto con  i cerotti per alcuni infortuni importanti, ma di positivo la squadra, nonostante lo svantaggio per la rete subita da Cerantola, è riuscita ad impattare con il recuperato Contin e che sarà di certo una pedina importantissima per mister Criscuolo. Nella ripresa occasioni su ambedue i fronti, ma le difese hanno retto agli assalti con gli ospiti che negli ultimi 6' hanno pure avanzato il portiere di movimento per cercare il colpo grosso, ma la difesa ben disposta in campo da mister Criscuolo non ha concesso alcun varco.

Buona prestazione per l'Udine City che senza vincoli di sorta in una gara più che difficile ha messo il sale sulla coda alla capolista Sporting Altamarca cedendo solo nel rush finale. I bianconeri in avvio sorprendono dopo 1' con Barile i veneti, gara rimessa in parità da una staffilata di Ouddach all'11', ma poi ci pensa Turolo a sorprendere sul suo palo Miraglia al 15' per l'1-2 del riposo. Altamarca più reattiva ad inizio ripresa ed Halimi al 1' impatta nuovamente. Match che ha una svolta a metà ripresa con El Johari e Baron che piazzano il break e alla fine si rivelerà decisivo. City prova a rientrare con un gol di testa di Guidolin al 13' ma un minuto dopo la mazzata con Ait Cheihk a bucare Tomasino per il definitivo 5-3.

Sugli altri campi dicevamo dell'impresa del Belluno che ferma a domicilio il Chiuppano sul 3-3; padroni casa chiudono avanti per 2-1 il primo tempo con Senna all'8' e Lari al 12', mentre il Belluno resta a galla con la zampata del neo acquisto Gheno a fil di sirena. Chiuppano infilato nuovamente dopo 1' della ripresa da una prodezza di Moreno, I padroni attaccano a pieno regime ma Belluno resiste con un super Dalla Libera tra i pali. Ultimo minuto e mezzo incredibile, ancora Gheno protagonista, sfrutta una ripartenza Bellunese per portare gli ospiti avanti, portiere di movimento Pedrinho nel Chiuppano, mossa ripagata dal gol di Lari sul secondo palo, insiste negli ultimi secondi ancora col quinto uomo per vincerla Chiuppano. Palla persa a 15" dalla fine e Reolon da metà campo manca la porta sguarnita. Non è finita perchè a 5" dalla fine Lari spreca da un metro calciando sul palo ed il 3-3 resta così fissato. 

Resta nei meandri della classifica il Cornedo che va a vuoto nell'assalto al Miti Vicinalis. Padroni di casa troppo nervosi per la posta in palio, i biancorossi ospiti approfittano di due palle perse a metà campo per andare al riposo avanti 0-2  con De Zen e Secchieri. Ancora Secchieri al 7' della ripresa per il tris del Miti, poi il botta e risposta tra Grigolato e Laino per l'1-4 del 14', ultimi minuti col portiere di movimento per il Cornedo ma arriva solo la rete che dimezza lo svantaggio ancora di Grigolato al 17' che non cambia la sostanza.

Si torna in campo subito tra martedì e mercoledì per il recupero delle gare della quinta di andata, tiene banco il derby tra Pordenone e Maccan martedì alle 21; mentre mercoledì in campo alle 20 Udine City-Futsal Giorgione (a Manzano) e Maniago-Miti Vicinalis alle 20.30; ancora da definire invece Chiuppano-  Palmanova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07536 secondi