Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Per il Fano la lista degli indisponibili si allunga

Diretta video su Elevensport e audio e in streaming su Radio Attività. Milanese: «Serve un inversione di tendenza con le medio-piccole». Pillon: «Meno belli ma segnare gol quando puoi»

Ore 15 di domenica 10 gennaio, stadio Nereo Rocco, diretta video di elevensports e diretta audio di radio attività (anche in streaming sul sito internet dell'emittente radiofonica). E' la sintesi di Triestina-A.J. Fano, gara valida per la 18ma giornata del girone B della serie C. Una sfida affidata all'arbitro Mattia Pascarella di Nocera Inferiore, agli assistenti di linea Milos Tomasello Andulajevic di Messina e Nicola Tinello di Rovigo nonché al quarto uomo Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa.

Squalificato il difensore centrale mancino Lambrughi, infortunati gli attaccanti Litteri, Guido Gomez e Procaccio, i centrocampisti Paulinho e Lodi (quest'ultimo dovrebbe comunque andare in panchina come peraltro Procaccio.....pro forma), il difensore Struna e il portiere Ioime. Alla lista si aggiungono i positivi al covid Rossi e Cavaliere, al di là della cessione in prestito (effettuata giovedì) di Leonardo Gatto alla Pro Vercelli.

In compenso è stato preso dal Foligno l'esterno mancino del 2001 Alessandro Giannò, che sarà valutato presumibilmente fino alla fine di gennaio quando si deciderà se tenerlo a Trieste o (secondo i pronostici) mandarlo in prestito per farlo giocare con continuità.

In questi ultimi anni l'Unione ha dato il meglio contro le big e ha faticato contro le medio-piccole, magari più arroccate nell'atteggiamento o forse per una questione di stimoli (cammino opposto per il Padova di questa annata). Perciò la volontà dell'Alabarda è invertire questa tendenza.

Mauro Milanese: “L'obiettivo è quello di recuperare punti e giocatori (i lungodegenti, ndr). Siamo stati sfortunati tra infortuni e covid, perciò potremo crescere una volta al completo. In ogni caso parlerò con Pillon per eventuali operazioni di mercato, anche se i rientri faranno sì che dovremo mettere due giocatori fuori rosa per i limiti numerici imposti alle rose delle squadre. Sono contento poi che siamo stati gli unici a presentare un'offerta (pari a 11 milioni) per l'aggiudicazione del centro sportivo Ferrini di Ponziana, perciò la Triestina avrà allenarsi dopo 102 anni senza dover andare a Prosecco, Villaggio del Pescatore, Monfalcone o comunque sempre fuori provincia. Spero, che a febbraio inizieranno i lavori (qualcuno ipotizza invece marzo, ndr)...Sarà un qualcosa, che resterà per sempre alla Triestina”.

Così il centrocampista rossoalabardato Daniele Giorico: “Dopo la partita con la Sambenedettese abbiamo avuto una grande reazione, abbiamo dimostrato di non essere quelli visti in certi frangenti di questa stagione. Avere fatto sette punti nelle ultime tre partite ci danno grande fiducia per ricominciare nell'anno nuovo. Sarà importante avere sempre la giusta intensità e la voglia di lottare per giocarcela alla pari con i più forti. Per farlo sarà importante non essere contati come lo siamo stati a lungo”.

E l'allenatore Bepi Pillon: “Il calcio è fatto di aggressività, cattiveria, tonicità ed essere magari meno belli ma segnare i gol quando puoi.Questi fattori nonché la determinazione e lo spirito ti fanno vincere le partite. Fare risultati, poi, consente di lavorare con serenità e con il piglio giusto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06340 secondi