Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE B - Le prime tre volano. Regionali in chiaroscuro

Chiuppano, Altamarca ed Hellas Verona non fanno sconti agli avversari, tra cui Maccan e Maniago usciti bastonati. Prosegue la risalita del Pordenone, vittoria a fil di sirena per l’Udine City. Passo avanti verso la salvezza per il Sedico, uno indietro per Cornedo

Due vittorie ed altrettante sconfitte nel week end di serie B per le nostre formazioni regionali. Aggancia il terzo posto Pordenone che supera Belluno, allontana la zona calda l'Udine City che affossa a fil di sirena Cornedo, regge un tempo il Maccan a Chiuppano mentre notte fonda per il Maniago  a cui il Verona rifila un "ventello" che fa il paio con i 21 subiti dal Palmanova a Chiuppano qualche giorno fa.

Continua imperiosa dunque la risalita in classifica del Pordenone che fa valere la legge del proprio parquet anche al Belluno. Gara comunque sempre in equilibrio con il primo tempo chiuso avanti dai neroverdi grazie all'acuto di Grigolon. In avvio di ripresa Spatafora al 1' ed al 4' pare piazzare il break vincente, ma Belluno torna in vita con una staffilata di Bortolini al 7', si avvicina ulteriormente al 14' con Moreno. Attacco respinto dalla rete di Piccirilli  che sigla il 4-2 al 15'; finale vibrante con capitan Reolon che mette i brividi al Pordenone accorciando di nuovo, ultimi minuti con portiere di movimento per i veneti, punito però dai centri di Spatafora, tre reti per lui, e Grigolon per il 6 a 3 conclusivo .

Vittoria dalle mille emozioni per l’Udine City corsaro a Cornedo, botta e risposta in avio con Degeneri e Chtoui, vicentini che chiudo avanti al riposo 2-1 con Boscaro. Nella ripresa la gara alza ancora di ritmo  e il City mette la freccia con Barile e Della Bianca al 5’, ma Lambert un minuto dopo ristabilisce la parità. Finale al cardiopalmo dove succede di tutto ed il contrario di tutto: Della Bianca su un assist al bacio di Chtoui piazza il nuovo vantaggio bianconero a un minuto e mezzo dalla fine, il mister vicentino prova la tattica del portiere volante con Boscaro che lo ripaga insaccando il 4- 4 a 35" dalla sirena. Insiste in tale azzardo e paga dazio con un grande Barile che recupera palla sulla propria trequarti e con un tiro di precisione chirurgica pesca il jackpot da 3 punti. 

Un buon Maccan regge un tempo e mezzo alla corazzata Chiuppano. Gialloneri senza timori reverenziali ed a viso aperto con Stendler subito in gol dopo neanche un giro di lancette. Basta un calo di tensione però e la coppia Epp - Pedrinho tra il 7' e 8' ribaltano la sfida con Lari che al 17' sigla il 3-1 al riposo. In avvio di ripresa Leo Senna al 3' prova a mettere la parola fine al match ma l’estro di Chavez (due reti in un attimo) fanno sperare Maccan che si porta a una lunghezza  al 6'. I padroni di casa non vogliono correre rischi e mettono la quarta e con il duo carioca Lari e Pedrinho ricacciano indietro la squadra di Sbisà. Che nel finale prova la carta del portiere di movimento senza sortire effetto, anzi dilatando il punteggio fino al 9-3 finale. 

Era una gara impossibile e si è purtroppo confermata tale per il Maniago che viene impallinata venti volte dallo spietato Hellas Verona 1903 in una gara a senso unico con gli scaligeri avanti già 2-9 all'intervallo, salvo poi affondare ulteriormente il coltello nella piaga fino al 4-20 finale che parla da solo. Per  Milella e soci le reti sono 5 di Amoroso, 4 di Manzali, 3 a testa Leleco e Carone, doppiette per Ziberi e Buonanno e singola di Donin, mentre i biancoverdi devono accontentarsi dei gol di Moras, Measso, Kamencic ed un'autorete. Sugli altri campi continua la marcia trionfale dello Sporting Altamarca che però soffre più del previsto con il Giorgione e finisce 4-2 per la capolista con doppietta di Halimi e centri di Murador e Rosso.

Serie positiva che continua anche per il Sedico, salito a centro classifica superando 5-2 il Miti Vicinalis. Per i padroni di casa doppiette di Storti e Eller oltre al centro di Raji mentre nel Miti vanno segnalate le marcature di Genovese ed Osmani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07735 secondi