Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


CHIONS - Moretti: ci siamo rinforzati e venderemo cara la pelle

Il preparatore dei portieri gialloblu crede nella rimonta: "Abbiamo solo cinque punti ma anche due partite da recuperare. Il gap in classifica c'è ma ci siamo rinforzati ed abbiamo colmato le nostre lacune"

Il Chions è pronto a tornare in campo dopo la sosta forzata da alcuni casi di Covid in squadra. Abbiamo ascoltato il preparatore dei portieri, Cesare "Cece" Moretti, che ci ha parlato del clima in casa gialloblu e dell'obiettivo salvezza che è tuttaltro che impossibile: "Si può dire che si comincia a giocare solo adesso, perchè stiamo trovando un minimo di continuità, mentre prima ogni settimana c'era un problema nuovo che ci faceva giocare ad intermittenza. Siamo ultimi con soli cinque punti collezionati, i numeri parlano chiaro, ma vedendoci giocare bisogna ammettere che non siamo male. Abbiamo sistemato la squadra nei punti cardine, in cui poteva mancarci qualcosa, ed ora possiamo giocarcela con tutti. Il gap in classifica c'è ma venderemo cara la pelle contro chiunque. Abbiamo ancora due partite da recuperare quindi il margine per raggiungere le altre c'è".

BELLUNO - "E' una squadra che gioca bene, giovane e con uno zoccolo duro che gioca insieme da anni, con calciatori del calibro di Corbanese, Bertagno e Mosca ma anche tanti giovani di qualità. Sono forti ma non pensino di venir qui a farsi una passeggiata".

GUARITI - "I rientranti che si sono negativizzati dovranno eseguire nuovamente la classica visita medica per ottenere l'idoneità. E' una piccola tragedia da questo punto di vista perchè fa spendere alle società tempo e soldi, anche se è giusto tornare a giocare solo in massima sicurezza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 21/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08599 secondi