Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - E' un Cjarlins tre... mendo

Seconda sconfitta consecutiva (la terza in casa) della formazione di Bertino, che si sbriciola al cospetto di un ottimo Este: 0 - 3. Allenatore in bilico, Zanutta riflette

CJARLINS MUZANE - ESTE   0 - 3
Gol: 38’pt Farinazzo (rigore), 30’st Pasha, 50’st Olonisakin

CJARLINS: Sourdis, Nallo, Tonizzo, Tobanelli, Zuliani, Buratto (9’st Fall), Pignat (16’st De Agostini), Ruffo (26’st Kichi), Tonelli (38’st Longato), Bussi, Sottovia. A disposizione: Moro, Spetic, Ndoj, Mantovani, Palmegiano. Allenatore: Bertino.

ESTE: Daffre, Presello, Hoxha, Santeramo, Scandilori, Giglio,  Beniamin (47’st Bressan), Caccin, Stefani (20’st Zanetti), Pasha (35’st Olonisakin), Farinazzo (27’st Cardellino). A disposizione: Fontana, Santonocito, Saorin, Feuillassier, Greco. Allenatore: Demozzi.

ARBITRO: Leotta di Acireale. Assistenti: Fecheta di Faenza e Mambelli di Cesena.

NOTE: gara a porte chiuse. Pomeriggio freddo, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Zuliani, Santeramo, Tonelli. Angoli: 6 - 3 per il Cjarlins. Recupero: 0’ + 5’.

CARLINO. Altro che riscatto. Altro che gara della svolta. Il Cjarlins Muzane crolla al cospetto dell’Este e la posizione di mister Bertino, già graziato sotto le feste natalizie, è sempre più pericolante. Il presidente Zanutta (ad arruolare 39 giocatori - e temiamo che non sia finita qui - si rischia, però di alimentare più il caos che l’organizzazione) ha deciso di prendersi qualche ulteriore momento di riflessione: la notte, forse, porterà consiglio.

Eppure l’avvio dei padroni di casa è incoraggiante. Minuto 5: Tonelli pesca Bussi, il cui destro è però fuori misura. Replica Farinazzo, con una girata mancina: la sfera si perde a lato. Ancora Bussi al poligono, su imbeccata di Pignat: ma la mira del numero 27 non è quella dei giorni di tuono. Al 25’ è la volta di Buratto: il sinistro dai 20 metri ha la giusta potenza, non la mira. L’Este si affida all’interessante Pasha che, in rapida successione, libera per due volte il destro: ma la porta rimane un obiettivo sconosciuto. Il classe 2000 si rifarà, comunque, abbondantemente. Al 34’ primi segnali di Sottovia che arretra, addomestica una palla e prova una magia: stavolta la traiettoria non è delle più felici. Cosi come quella di Buratto, bisognoso di qualche ripetizione riguardante il tiro dalla distanza. Al 37’ Daffre è invece costretto ad allungarsi per arpionare un diagonale di Tonelli. Un giro d’orologio dopo, l’episodio che spezza l‘ equilibrio. Nallo stende Pasha, Leotta - arrivato da Acireale - indica il dischetto e Farinazzo trasforma vanificando, sia il tuffo che l’intuizione di Sourdis. Al 43’ Buratto aziona la rovesciata di Sottovia che, da posizione a lui più congeniale non indovina, però, lo specchio.

La ripresa vede i padroni di casa protesi alla ricerca di un pareggio che non arriverà mai, Anzi. Le nuvole su gioco e condizione fanno, infatti, già presagire il diluvio. Al 4’ Sottovia prova il sinistro a giro: Daffre è di gomma e smanaccia. Tonizzo, a caccia di sorprese, tenta direttamente dal corner: il portiere gliela restituisce, alzando sopra la traversa. Bertino fa allora alzare dalla panchina l’ultimo aggregato Fall: ad uscire è  Buratto. Per un Cjarlins che, adesso, cerca la rimonta con un inedito 4 - 2 - 4 . Al 14’ Sottovia spreca un gentile invito di Nallo: la spaccata dell’attaccante è acrobaticamente apprezzabile, ma non precisa. Entra anche De Agostini (per Pignat): il Cjarlins, però, bussa invano. E al 26’ Pasha si divora il 2 - 0: favorito da un rimpallo l’attaccante ospite scavalca Sourdis in uscita, alzando la parabola. Ma il raddoppio è soltanto rinviato: l’Este attacca con efficacia, Benjamin pesca Pasha nel cuore dell’area e il destro del numero 9 non perdona. I locali non hanno più idee apprezzabili, né energia: l’ultimo innesto Fall - come del resto gli altri attaccanti - non vede un pallone apprezzabile che sia uno. De Agostini sarebbe il surrogato: l’ex Pordenone accarezza un angolo di Tonizzo, ma il cuoio finisce alto. E all’ultimo dei cinque minuti di recupero l’Este infiocchetta il pacco regalo: sul palo “stampato” da Cardellino si avventa l’impronuciabile Olonisakin per il definitivo 3 - 0. Punteggio severo, pesante: probabilmente la pietra tombale sulla gestione Bertino. (r.z.)

Il dopo gara, parla il Presidente
Zanutta: "Bertino? Lasciamo che la notte porti consiglio"

Foto a cura di Dario Bianchi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/QENm50I.jpg

https://i.imgur.com/nPd2a6W.jpg

https://i.imgur.com/6kQZIDh.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08839 secondi