Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - Apu, sconfitte senza fine

A Piacenza, dopo un incoraggiante primo quarto (friulani avanti 34 - 26) , arriva il quinto ko di fila: la formazione di Boniciolli battuta 91 - 80. Infortunio a Nobile. Crocevia decisivo la prossima gara casalinga con Mantova

ASSIGECO - APU   91 - 80

ASSIGECO: Mcduffie 34, Molinaro 7, Formenti 8, Cesana 3, Carberry 20, Guariglia 11, Gajic 3, Massone 5, Poggi. Ne: Voltolini, Perotti, Jelic. Coach: Salieri.

APU: Nobile, Johnson 20, Mussini 15, Mobio 10, Foulland 14, Antonutti 8, Giuri 6, Pellegrino 7, Deangeli, Italiano. Ne: Schina e Agbara. Coach: Boniciolli.

ARBITRI: Cappello, Longobucco e Miniati.

Parziali: 26 - 34, 48 - 50, 70 - 65. Liberi: Assigeco 18/20, Apu 8/11. Tre punti: Assigeco 9/24, Apu 12/28. Rimbalzi: Assigeco 27 (Carberry 6), Apu 39 (Foulland 9). Cinque falli: nessuno.

PIACENZA. Il  sassolino è ormai diventato una valanga. L’Apu non sfigura al cospetto di una delle formazioni più in forma del campionato (arrivata al sesto pieno consecutivo) ma, allo scoccare del 40’, colleziona comunque la quinta sconfitta di fila. Un primo tempo eccellente (terminato in vantaggio sul 34 - 26) aveva illuso sulla riabilitazione di un gruppo che pareva aver smarrito le proprie certezze: e infatti, nel prosieguo del match - pur esprimendo un basket più convincente rispetto ai recenti “disastri” - Antonutti e soci hanno ceduto al ritorno dell’Assigeco, subendo ben 91 punti (dov’è la difesa tanto sbandierata?) e, come sovrapprezzo, pure qualche fischio stonato che ha definitivamente messo la parola fine al match. Anche se, come onestamente riconosciuto nel dopo gara da coach Boniciolli, non sono stati di certo i tre in grigio a realizzare i canestri decisivi. Certo è che l’antisportivo sanzionato a Johnson (sull’ 83 - 78 per i locali e poco meno di 2’ ancora da vivere) ha orientato in via definitiva il destino del match. Che cosa succederà adesso, visto che alle visite pastorali ed alle missive della presidenza non ha fatto seguito una risurrezione? Esistono davvero posizioni (allenatore e qualche giocatore) in bilico ? Lo sapremo, probabilmente soltanto dopo la gara di domenica prossima al “Carnera”, dove arriverà Mantova, superata stasera in casa dall’ Urania Milano. In attesa, c’è registrare l’infortunio occorso a Vittorio Nobile, la cui serata è durata meno di 3 minuti: sembra davvero si tratti di cosa seria. (r.z.)

Foto: fonte Piacenza 24

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08408 secondi